Anche il "caso Vicenza" spaventa la serie C

Controsorpasso Ascoli e il Carpi torna nuovamente ad essere il peggior attacco della serie B. La formazione biancorossa, infatti, ha messo a referto 18 reti in 21 partite, il dato peggiore della categoria al termine del girone di andata. Un po' meglio i già citati marchigiani capaci di realizzare 19 centri come il Brescia. Legato a questo aspetto negativo, però, ce n'è un altro positivo. Già perché i gol del Carpi valgono e valgono parecchio. Se si confrontano le reti segnate e i punti raccolti, i biancorossi si piazzano nei primi tre posti a livello nazionale. La media di 1,61 punti a rete realizzata non è un dato di poco conto, ma non il top. Meglio di Mbakogu e compagni, infatti, hanno fatto i "cugini" del Sassuolo che ad oggi viaggiano con 1,66 punti a gol. Praticamente inarrivabili i calabresi del Rende che prendono parte al campionato di serie C: 1,75. Lo spauracchio di un nuovo caso Modena aleggia sempre più minacciosamente sulla serie C: anche un altro club blasonato come il Vicenza, infatti, è a rischio crac a metà campionato. I giocatori, dopo aver messo in mora il club per non aver percepito gli stipendi di settembre e ottobre, hanno scelto di scendere in campo a Gubbio nello scorso fine settimana ma da inizio gennaio potranno svincolarsi. Sul fronte societario la situazione si fa sempre più pesante dopo il blitz in sede della Guardia di Finanza per prelevare documenti fiscali e contabili. Il Vicenza ha un debito di circa 13 milioni e i soci di Vi.Fin, che nell'estate del 2016 avevano rilevato da Sergio Cassingena un club sul quale gravava un passivo economico ancor più pesante, non sono riusciti a trovare una soluzione per disimpegnarsi. Il tentativo di cedere la società alla holding arabo-lussemburghese Boreas Capital, che per ammissione dell'ingegner Pioppi in estate aveva pensato anche al Modena, è tramontato ormai definitivamente, mentre è avvolta da una nube misteriosa la trattativa con Fabio Sanfilippo perché misteriosa è prima di tutto la cordata che il politico piemontese dovrebbe rappresentare. Il Vicenza rischia anche di essere sfrattato dallo stadio Menti. (m.c.)