Altra nevicata impianti tutti aperti e ciaspolata serale

La nuova neve caduta tra ieri e mercoledì fa sognare le stazioni sciistiche, che possono calarsi in una piena cornice natalizia anche a livello paesaggistico, come non succedeva da anni. E col sole in arrivo da oggi, si preannuncia davvero un Capodanno da ricordare. Al Cimone sono arrivati più di 30 centimetri di neve fresca: fino alle 23 tutti i 12 gatti delle nevi sono stati in funzione per battere le piste e garantire già da stamattina la miglior performance possibile. Attivata anche la stazione di Montecreto, adesso è tutto aperto. «La sensazione - sottolinea il presidente del Consorzio Luciano Magnani - è che chiuderemo l'anno veramente bene». Soddisfazione anche alle Piane di Mocogno, dove i 20-25 centimetri arrivati sono serviti intanto per garantire una cornice fiabesca. E poi per migliorare le piste del Poggio 1 e 2, il campo scuola e quella bob, più il centro fondo a operatività completa ormai. E il fondo fa pensare in grande anche a Piandelagotti (Frassinoro), dove in due giorni di neve ne è arrivata quasi mezzo metro permettendo di aprire 50 km di piste e di preparare nel migliore dei modi la ciaspolata di domenica sera per salutare il 2017 (per info: 349 8644311). Morale alto anche a Sant'Annapelago (Pieve), dove con 25 centimetri anche qui può funzionare al meglio sia la seggiovia bassa del Poggio Scorzatello che quella alta dei Ghiacci, collaudata il 4 dicembre. Insomma, dopo il maltempo di Natale, per tutti la grande occasione di ripresa. Sul fronte viario, ieri si sono fatti i conti con un manto arrivato in genere a un massimo di 5 centimetri (Serra e Sestola), senza creare particolari problemi di circolazione.