Alberi sulle auto a Sestola e tetti pericolosi

Anche a Pavullo arriva sul tavolo del Consiglio comunale la richiesta di "fare il Mirto Campi" chiedendo al ministero, come ha fatto il sindaco di Fiumalbo, un riesame della deroga per il punto nascite. Ad attivarsi sono stati i 5 Stelle Davide Venturelli e Fabio Catani, con apposita mozione. Che però, a quanto pare, non si discute: «In Conferenza capigruppo - spiegano - l'amministrazione ha rifiutato di inserirla nei punti all'ordine del giorno della seduta di dicembre. "C'è un problema di natura tecnica, ci hanno detto, non sono ancora passati sei mesi da quando si è parlato in Consiglio dello stesso tema, e il regolamento impedisce di rifarlo prima di questa scadenza. Non possiamo creare un precedente, potrete ripresentarla per il mese prossimo". Peccato che a gennaio si discuta il bilancio, e quindi le mozioni non siano ammesse». Così si andrà a febbraio «che è tardi» notano i due, ricordando che in Unione la mozione Pd sull'ospedale venne ammessa fuori tempo massimo. «Ma volendo - precisano - non ci sarebbe nemmeno bisogno del Consiglio: basterebbe una delibera di giunta. Ma dall'amministrazione Biolchini tutto tace e non ci sono prese di posizione». (dm)Ha portato altre ferite in Appennino la nuova tempesta di vento che si è abbattuta dalla serata di giovedì alla metà mattina di ieri. Ma non sembrano esserci stati scoperchiamenti stavolta, a parte quello parziale di un capannone a Frassinoro e la perdita di alcune parti di copertura e di grondaia a Serra nel condominio all'altezza del 594 di via 24 Maggio. I vigili del fuoco di Pavullo sono intervenuti come in centro nel palazzo San Gemniano, per mettere in sicurezza uno scuro. Il resto è stata tutta una gran caduta di alberi e rami (impegnati anche i pompieri di Sassuolo, Vignola e i volontari di Frassinoro). Da Pavullo a Palagano, Frassinoro, Montese, Guiglia, Fanano e Sestola, con episodi particolarmente allarmanti in prima mattina. In via delle Ville, di fronte alla caserma dell'Aeronautica, è caduto nel giardino dall'altra parte della strada un abete che con la punta è finito su un'auto parcheggiata, fortunatamente vuota. Spavento ancora più grande sulla strada comunale per Vesale, dove la stessa dinamica (albero in proprietà privata) si è verificata mentre passava una signora con la sua vettura: il pioppo le è venuto addosso, ma sono stati solo danni senza ferite gravi. «Quel che è successo in questi giorni però deve fare riflettere - sottolinea il sindaco Marco Bonucchi - i proprietari devono prestare maggior cura al loro verde: rifaremo un'ordinanza per spronare alla manutenzione». (d.m.)