Cinque modenesi nuovi "Ambasciatori del vino emiliano romagnolo"

Cinque modenesi sono stati premiati a Bologna nel corso dell'iniziativa "Carta Canta" quali ambasciatori del vino emiliano romagnolo.«Questo progetto, avviato nel 2016, ha l'obiettivo di premiare coloro che in assoluto hanno la carta dei vini migliore, che rappresenta al meglio la regione Emilia Romagna secondo criteri quali territorialità, capacità di rappresentare il territorio e l'enologia regionale in modo compiuto». Così Ambrogio Manzi, direttore di Enoteca Regionale Emilia Romagna ha introdotto l'edizione 2017 di Carta Canta, le cui premiazioni si sono svolte a Bologna nell'ambito di Enologica, il Salone del vino e del prodotto tipico dell'Emilia Romagna."Carta Canta", l'iniziativa di Enoteca Regionale Emilia Romagna, realizzata in collaborazione con Federazione Italiana Pubblici Esercenti Emilia-Romagna (FIPE), mira ad avvalorare e riconoscere l'impegno di chi crede nella tipicità del territorio e arricchisce la propria carta dei vini con specialità della regione. "Carta Canta", infatti, premia le carte dei vini di ristoranti, enoteche, bar, agriturismi, stabilimenti balneari e hotel situati in regione, in Italia o all'estero che propongono un assortimento qualificato di vini dell'Emilia Romagna.Per l'edizione 2017 sono stati selezionati circa 1.600 locali, fra i quali la giuria ha scelto una cinquantina di finalisti che sono stati premiati a Bologna, diventando i nuovi "Ambasciatori dei vini ". Questi i cinque modenesi premiati. Per la Miglior Carta Enoteca premio all'Enoteca Benincasa di Pozza di Maranello. Motivazione: "Bella carta, suddivisa per tipologia di vino con indicazione delle annate. Ottima proposta di vini regionali e gran varietà di scelta". Per la Miglior Carta Ristoranti, Osterie e Trattorie, premiata l'Osteria della Luna di Vignola. Motivazione: "Carta interessante con buona proposta anche al calice". Poi Miramonti, La Santona di Lama Mocogno. Motivazione: "55 anime, e una carta dei vini con 40 etichette. Carta scritta a macchina. Profuma d'altri tempi. Coraggiosi!". È stato poi premiato Il Calcagnino di Formigine. Motivazione: "bella carta, molto ricca e con una bella selezione di vini dell'Emilia Romagna. Si vede che c'è un interesse e passione per il vino. Menzione per la profondità di annate, cosa rara". Infine per la Miglior Carta Hotel, premio a La Locanda del Mulino di Maranello. Motivazione: "Carta dei vini essenziale con interessante proposta regionale, rossi soprattutto".