Vende 6 milioni di crediti falsi Nuovo processo per Sciava

MIRANDOLAMassimiliano Sciava (nella foto), il "promoter" più volte nei guai con la giustizia - anche se a sentire lui è sempre tutto un equivoco - ieri è stato rinviato a giudizio per concorso in truffa con la moglie e un suo "dipendente", un bergamasco.In sostanza, secondo gli accertamenti che nel 2015 hanno condotto all' operazione "Eusebio" della Guardia di Finanza, coordinata dal pm Marco Imperato, Sciava aveva ceduto a cinquantasei tra ditte e privati dei crediti di imposta per quasi sei milioni di euro. Per convincerli aveva offerto prezzi stracciati e usava internet, uno dei suoi terreni di... battaglia. Ma erano tutti falsi. All'atto dell'operazione erano 14 le persone indagate. Ieri due di loro entrambi modenesi (O.C. e C.V. le iniziali dei nomi) hanno patteggiato davanti al giudice Barbara Malvasi un anno e nove mesi, grazie ai buoni uffici dei loro avvocati difensori, Simonini e Tinchelli. Sciava, difeso dall'avvocato Sonia Brucoli, sarà invece processato: prima udienza nel 2018.