Marano, quando il volley diventa lo sport cittadino

A Modena la pallavolo è di casa e a Marano sul Panaro questa peculiarità del nostro territorio è se vogliamo ancora più accentuata. Un piccolo paese che da poco ha raggiunto il traguardo dei cinquemila abitanti può vantare un movimento che anno dopo anno si è costantemente e sempre più strutturato a livello di numeri e risultati.Sotto la guida del Presidente Ulderico Casolari il Marano Volley è cresciuto, attirando dapprima tante ragazze dal paese e non solo, poi dal giovanile sono nate anche le prime squadre e, ultimo in ordine di tempo, il settore maschile.Ad oggi la società può vantare il numero impressionante di circa 150 tesserati, con un'attività che si è spostata dal livello provinciale a quello regionale grazie alle recenti promozioni degli ultimi anni che hanno portato a conquistare a livello maschile la Serie C e a livello femminile la Serie D. Un movimento in continua evoluzione che non ha intenzione di fermarsi, grazie all'incessante lavoro dello staff dirigenziale e di quello tecnico, guidato da Stefano Reggiani e che coinvolge per il settore giovanile e le squadre minori anche diversi atleti ed atlete. Promozioni e salti di categoria che si sprecano, dunque, dalla doppia in due anni della formazione maschile a quella sfiorata dalle donne. Caso curioso, per non dire eccezionalmente raro, la contemporanea promozione dalla Prima Divisione alla Serie D nella stagione 2014/15. E non mancano anche alcuni nomi importanti del volley nazionale che hanno dal campo hanno avuto parte attiva contribuendo al percorso di crescita della società: si tratta di Rita Melis e Anna Rossetto, rispettivamente ex schiacciatrice e palleggiatrice che hanno militato anche nei massimi campionati nazionali di Serie A1 e A2.LA PAROLA AL PRESIDENTEUlderico Casolari è giustamente orgoglioso: «Sono diventato Presidente di questa Polisportiva nel 1987 ed allora eravamo una piccola realtà, che pian piano si è sviluppata ed è cresciuta con il passare degli anni. Nelle ultime stagioni, poi, è arrivato l'impulso maggiore e ci siamo trasformati in una società che conta circa 150 tesserati e che ha ottenuto risultati davvero importanti. Abbiamo una squadra maschile ed una femminile che hanno raggiunto i campionati regionali, gli uomini in due anni sono saliti dalla Prima Divisione alla Serie C e nell'ultima annata hanno saputo mantenere senza grossi rischi la categoria nonostante l'organico ridotto. Le donne, invece, hanno raggiunto i play off promozione in Serie D sia lo scorso anno che nell'ultima stagione, particolarmente sfortunata, che ci ha visto uscire in finale dopo aver concluso al secondo posto la stagione regolare per la sola differenza set».«Ottimi i risultati anche per le altre squadre senior, con la neonata Terza Divisione Femminile che ha subito conquistato la promozione e la Seconda Divisione che non è salita in Prima dopo una sconfitta arrivata in finale play off al sesto set disputato nella gara di ritorno. In campo maschile, invece, ha disputato un buon campionato la Seconda Divisione chiudendo il proprio girone al quarto posto. Per il prossimo anno l'obiettivo è quello di continuare il nostro percorso di crescita, puntando anche sul settore giovanile che è una risorsa in cui io credo molto. Per un piccolo paese come Marano avere un movimento così florido non è facile e per questo dobbiamo anche ringraziare anche tutti gli sponsor che ci sostengono, in particolare il Prosciuttificio Leonardi per quello che sta facendo in queste ultime stagioni e l'azienda Cmb, nostro partner storico».