Il Cimone sbarca su Linea Bianca

SESTOLA Giornata di lustro quella di martedì per il comprensorio del Cimone sotto le telecamere di Linea Bianca, la popolare trasmissione di Rai 1 dedicata alla montagna. Sono arrivati di prima mattina a Passo del Lupo i conduttori Massimiliano Ossini e Alessandra del Castello, maestra di sci, con tutta la troupe per trascorrere una giornata molto intensa. Si è partiti con una bella sciata sulla pista 9 introdotta dai giovanissini allievi della Scuola Sci coi loro maestri, per scoprire subito insieme agli agenti del Corpo Forestale, guidati dal commissario capo Laura Guerrini, i segreti del servizio di prevenzione valanghe Meteomont: su un campione di neve sono state fatte tutte le analisi necessarie per valutare fattori di rischio. Poi intorno alle 12.30 è stata la volta del soccorso in pista, con l'arrivo del nucleo di carabinieri "sciatori" e dell'elicottero: lavoro di squadra che ha dato prova di grande rapidità d'intervento. Nel pomeriggio si è andati oltre lo sci, alla scoperta delle eccellenze del territorio con visita al caseificio di Roncoscaglia e al castello di Sestola. In serata, chiusura in bellezza con la fiaccolata dei maestri e consegna ad Ossini del diploma ad honorem. Insomma, un tuffo a 360 gradi nella vita del comprensorio, tributando un grande omaggio al Cimone: «È un territorio di grande bellezza che deve essere conosciuto – ha sottolineato Ossini - da qui sono partiti quattro grandi campioni di sci e qui si porta avanti una grande tradizione con il vantaggio di essere facilmente raggiungibili dalla città. È vero che negli ultimi tempi c'è stato un po' il problema della neve, ma è anche vero che sono talmente bravi a spararla con i cannoni e a preparare le piste che in poco tempo si riesce comunque a godersi questi meravigliosi impianti. Con il nostro programma vogliamo valorizzare anche la figura del maestro di sci, che è molto di più di un tecnico. È colui che fa scoprire il territorio, trasmettendo passione e creando legame». «È vero – ha commentato Luciano Magnani, direttore della Scuola Sci Sestola e presidente del Collegio nazionale – un buon maestro è fondamentale perché è la prima figura che un bambino incontra, e l'80% dei nostri allievi sono bimbi». Ben lieto della vetrina Rai anche il direttore del Consorzio Gianluigi Quattrini: «Siamo sulla pista 9 – ha ricordato – qui si sono svolte gare importanti ai tempi delle Tombiadi, di cui parlavano tutti. È bello avere di nuovo la tv nazionale e la possibilità di fare conoscere ancora chi siamo e cosa facciamo». Tv accesa su Rai 1, dunque, il 7 febbraio alle 14.30. Intanto, la sospirata neve da ieri è tornata a fare visita, facendo presagire un grande weekend sulle piste.