Senza Titolo

A FIUMALBO UN INCONTRO CON SCRITTORI DI MONTAGNA nnUn importante evento con la cultura e la solidarietà è in programma a Fiumalbo. L'Associazione Bambini Insieme con Aseop in collaborazione con il Comune di Fiumalbo organizzano per venerdì prossimo 19 dicembre 2014 alle ore 21 presso la Palestra Comunale di Fiumalbo una serata/incontro "Tracce di Montagna" con due scrittori di montagna. Mauro Corona, celebre scrittore delle Dolomiti, scultore e alpinista, presenterà la sua ultima fatica dal titolo "Una Lacrima Color Turchese". Toccherà poi a Federico Pagliai presentare il suo ultimo libro "Dottor Africa", che è un viaggio nei contrasti tra Africa e Occidente. Relatore della serata sarà Mirto Campi, sindaco di Fiumalbo. "GLI INNAMORATI" DOMANI AL MAZZIERI DI PAVULLO nnCon Gli innamorati, che andrà in scena domani al cinema teatro Walter Mac Mazzieri di Pavullo e mercoledì al Teatro 29 di Mirandola, Andrée Ruth Shammah riprende il proprio percorso di ricerca su Goldoni dopo La Locandiera e Sior Todero Brontolon. Un testo che si rivela straordinariamente contemporaneo, una macchina inesorabile che calza a pennello alla giovane compagnia di interpreti – Marina Rocco e Matteo De Blasio – reduce dal successo che ha ottenuto con Il Don Giovanni di Filippo Timi. La storia è quella di due giovani, Eugenia e Fulgenzio, che per essere l'uno dell'altro troppo innamorati finiscono per tormentarsi benché non vi sia nulla che si possa effettivamente opporre al loro amore. "IL GRANDE LEBOWSKI" OGGI AL CINEMA VICTORIA  nnOggi (con orari fissati alle 18, 20.20 e 22.40) al cinema Victoria da vedere un bellissimo film: "Il grande Lebowski" dei fratelli Coen. Straordinario film cult surreale dove al protagonista Jeffrey "Dude" Lebowki tutto appare grottesco, dove la realtà diventa un rimescolamento visionario, dove tutto gli scivola più o meno addosso e niente sembra toccarlo in modo particolarmente serio. Il cast sublime, Jeff Bridges, John Goodman, John  Turturro, Steve Buscemi, Julianne Moore e Philip Seymour Hoffman  contribuiscono al fiorire di situazioni ambigue che  aggiungono  quel tocco di pazzia che rende grande l'opera dei fratelli Coen. La vita disimpegnata di "Drugo" è improvvisamente sconvolta dalla visita di due sicari, che solo in seguito capiscano di aver sbagliato obiettivo a causa di un'omonimia.