Un'avventura la vita dell'eroe emigrato

FANANO Felice Pedroni, per gli americani Felix Pedro, nasce a Trignano di Fanano il 16 aprile del 1858, ultimo di sei fratelli. Costretto all'emigrazione, nel 1881, dopo una breve tappa in Francia raggiunse gli Stati Uniti dover partecipò alla grande corsa all'oro. Trasferitosi dapprima in Canada, poi, nel 1895, in Alaska nel bacino del fiume Yukon, nel 1902 scoprì in un torrente che oggi porta il suo nome, il Pedro Creek, un ricco filone d'oro. Divenuto presidente del Distretto minerario, a pochi chilometri di distanza dalla sua abitazione si formò il primo nucleo di quella che oggi è la città di Fairbanks, seconda per importanza dell'Alaska e della quale è ritenuto il fondatore. Dopo un breve ritorno in Italia nel 1906, rientrò negli States dove sposò la ballerina Mary Doran. Per Felice iniziò un periodo difficile che si concluse con la morte a soli 52 anni all'ospedale di Fairbanks. La moglie fece trasferire la salma nei pressi di San Francisco, in California, dove fu ritrovata negli anni '70 del secolo scorso e traslata, nel 1972, nel cimitero di Fanano, dove tuttora si trova, grazie all'interessamento del notaio pavullese Amato Cortelloni.