Cantiere alle Pacinotti, sbloccati 400mila euro

CASTELNUOVO. I volontari del Circolo Auser di Cavidole, con il patrocinio del Comune di Castelnuovo, hanno organizzato per domenica prossima la Festa del Cocomero, presso il parco Nizzola di Cavidole. Alle 15,30 è in programma l'inizio del torneo di briscola, mentre alle 18,30 aprirà lo stand gastronomico con vendita anche da asporto di gnocco, tigelle, salumi e bevande. Alle 20,30 premiazione della gara di briscola, quindi cocomero gratis per tutti offerto dai volontari del Circolo Auser di Cavidole. Allieterà la serata il complesso "Milena e i monelli". Il ricavato dello stand gastronomico sarà utilizzato per le attività del Circolo Auser. (m.ped.) SAN CESARIO Il polo scolastico "Pacinotti" di San Cesario si rifarà il look. A confermarlo è stato lo stesso primo cittadino, Gianfranco Gozzoli, che ha così spiegato come saranno impiegati i 400mila euro che il Comune potrà sbloccare dal Patto di Stabilità, con il permesso del Governo, per investirli nell'edilizia scolastica. «Questi fondi - ha affermato Gozzoli - ci permetteranno di intervenire nel polo scolastico Pacinotti con diverse azioni di miglioramento e di ristrutturazione. Del resto, questo era uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati sia per quest'anno sia per il prossimo. Lo sblocco di 400mila euro semplifica le cose per quanto riguarda il reperimento dei fondi necessari e ci permette di realizzare un progetto che avevamo già in cantiere. Siccome gli studenti delle medie di Piumazzo non frequenteranno più dal prossimo anno le scuole medie di San Cesario, come avveniva in precedenza - ha proseguito Gozzoli - dovremo rivedere il progetto iniziale, per il quale tra l'altro era già stato realizzato in un'ala dell'edificio un ascensore funzionale all'abbattimento delle barriere architettoniche. A fianco dell'ascensore, secondo il nuovo progetto, saranno realizzate due nuove aule, dopo che per la costruzione dell'ascensore stesso eravamo stati costretti a sacrificare due spazi della scuola. Inoltre, i 400mila euro ci permetteranno di eseguire anche diverse opere di ristrutturazione e completamento, naturalmente in diversi frangenti. Alcuni lavori, tra l'altro, vista la conformazione dell'edificio, potranno essere eseguiti anche quando l'anno scolastico sarà già ripreso. Altri interventi, molto facilmente, saranno completati il prossimo anno. Siamo rimasti molto soddisfatti - ha concluso Gozzoli - di questa possibilità che ci ha concesso il Governo grazie al piano sull'ediliza scolastica. Siamo stati particolarmente sorpresi anche dalla rapidità con cui è arrivata la risposta da Roma». Con o senza l'arrivo di questi fondi, il polo scolastico di San Cesario sarebbe comunque stato una delle priorità dell'amministrazione comunale, vista la necessità di interventi. Naturalmente, ad essere interessato da questa deroga al Patto di Stabilità non è stato il solo paese guidato dal sindaco Gozzoli. In tutta Italia, hanno potuto beneficiare di deroghe al Patto 20.845 edifici scolastici, per lavori che superano complessivamente il miliardo di euro e interessano da vicino quattro milioni di studenti. Al progetto sulla sicurezza scolastica il Governo ha dedicato un'apposita Unità di missione istituita dalla Presidenza del Consiglio, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione. Marco Pederzoli