Inter e Roma, sorrisi dagli Stati Uniti

ROMA Una vittoria di prestigio per cercare di rilanciarsi. Il primo test importante della stagione, dopo le vittorie contro Trentino Team e Prato, regala all'Inter un rinnovato entusiasmo all'inizio della stagione. I nerazzurri battono ai rigori il Real Madrid campione d'Europa, infarcito di giocatori provenienti dalla squadra B, e offrono buone indicazioni a Walter Mazzarri a meno di un mese dai playoff di Europa League. «Siamo partiti bene, la mentalità - commenta l'allenatore toscano - è quella di non accontentarsi mai, come abbiamo fatto. Abbiamo giocato bene». Mazzarri riceve buone indicazioni dai nuovi Vidic e Dodò, oltre che da Icardi per la freddezza dimostrata dal dischetto. M'Vila è ancora in ritardo e gioca solo la parte finale ma, assieme all'assente Kovacic, dovrebbe trovare maggiore spazio nella partita di domani contro il Manchester United. La Roma, reduce da un successo di misura sul Liverpool e da una sconfitta nella notte davanti a Van Gaal, si prepara al match contro il Real. E la partita contro le merengue potrebbe coincidere anche con l'esordio in giallorosso dell'ultimo acquisto, Davide Astori, sbarcato a Denver per mettersi a disposizione di Rudi Garcia. Intanto i tifosi giallorossi si godono la prodezza di Miralem Pjanic, autore di uno splendido gol in pallonetto da 60 metri nel ko per 3-2 contro l'United nell'esordio in Guinness International Champions Cup.