«Ora chi mette i mancati fondi della Cciaa?»

La situazione della Camera di Commercio arriva anche in consiglio comunale. I tagli annunciati e la conseguente ipotizzabile paralisi dell'ente sono al centro di una riflessione che Antonio Montanini porterà prossimamente in consiglio comunale con una interrogazione: «Preso atto che il gruppo parlamentare del Pd ha in tal senso presentato un emendamento per chiedere che i tagli vengano spalmati in tre anni, va ricordato che anche qualora passasse l'indirizzo politico indicato dal Pd verrebbero meno importanti fonti di entrata per il territorio, a partire, a quanto pare, gia dall'edizione 2014 del Festival della Filosofia. Chiediamo di sapere, qualora realmente l'ente interrompa improvvisamente il suo sostegno alle diverse attività, in che modo il sindaco e la giunta intendano far fronte ai maggiori impegni che spetteranno al Comune di Modena, con quali fondi verrà integrata la riduzione di finanziamento a favore del Festival Filosofia 2014 e anche quello del prossimo anno e se, e in che modo, nel riujniore gli enti del territorio sul tema dell'Expo 2015 il sindaco abbia focalizzato il problema della mancanza di trasferimenti da parte dell'ente che avrebbe dovuto sostenerlo e come intenda provvedere. A questo si aggiunge anche il futuro del Palatipico, se e in che modo la scelta della Camera di Commercio - prosegue Montanini - influenzerà il completamento dello scalo merci di Marzaglia al palo da anni e oggi ancora più lontano, e come a tal proposito il sindaco abbia intenzione di intervenire. Stante il persistere della drammatica situazione economica e occupazionale in cui versa il nostro territorio e alla luce di queste importanti riforme, come mai ci si è fatti cogliere in modo totalmente impreprato? Quali idee e novità ha messo il sindaco sopra i famigerati tavoli e che strategie ne sono emerse? Sarebbe interessante conoscere tutto questo per capire che futuro avrà la riforma della Camera di Commercio e come influenzerà direttamente la nostra città considerato che il sostegno economico verrà sottratto ad attività come Fiera, Promec, Consorzi Fidi, il completamento dello scalo merci di Marzaglia e tutto il resto».