Errani: «Su questi campi ho costruito i miei trionfi»

Dopo anni di "Notte Blu", Sestola Crea e Comune hanno deciso di svoltare con la notte a tema che, dopo "Febbre del Sabato Sera", "Happy Days" e "Ciak Si Gira" vira su "La Notte delle Celebrità", una sorta di carnevale estivo che si aprirà domani alle 18 e terrà banco fino a notte fonda. Gli organizzatori di Sestola Crea, guidati da Giacomo Battaglia, hanno sottolineato quanto «tutti i commercianti abbiano aderito rendendo il paese bellissimo e unito più che mai in tutte le sue componenti». Lo spettacolo si svilupperà su tutte le vie del paese e vedrà diversi protagonisti musicali qui e là come gli 0536, Marco Di Maggio, artista internazionale specializzato in Rockabilly e anche i fortissimi Tao Love Bus che da anni propongono il loro repertorio, anche in movimento su 4 ruote, dentro al loro furgoncino Wolkswagen di ispirazione sixties. Diverse le celebrità in giro per il paese tra cui Olivia e Braccio di Ferro al Ristorante Pizzeria "Il Boschetto", o gli Antichi Romani al "Bar Cimone", i Flinstones al "Bar Centrale", il Bar dello Sport al "Bar Veranda" per proseguire con Charlie Chaplin all' Osteria "Il Forte", le Pin Up del negozio "Trapper", il vascello di Jack Sparrow che irromperà per le vie del centro o il Vecchio West nei locali di Piazza Passerini , Bud Spencer e Terrence Hill tra Centrofrutta e Sport Mania e, per finire,qualche comparsata di Caterina Caselli e Mina, icone della musica del nostro paese. Francesco Seghedoni di Matteo Florini wSERRAMAZZONI Dritti, rovesci e smash come tutti i giorni, ma questa volta i giovani del centro Fit di Serramazzoni hanno incrociato le loro racchette con la numero 14 del mondo, la campionessa azzurra Sara Errani. Un onore per il centro federale di Serramazzoni e per il paese che ha continuato ad investire in questo centro, nonostante la crisi. Un centro che presenta 9 campi in terra battuta e tre sintetici di cui uno coperto, ma a far capire la sua importanza, si tratta del quarto centro in Italia, l'incremento di iscrizioni degli anni passati, che hanno portato quest'anno ad avere 190 bambini. Merito sia del tecnico federale Luca Sbrascini e del direttore del centro Fit Emanuele Nicolosi, che del comune di Serra, presente all'evento con il vicesindaco e assessore allo sport Fabio Merciadri e l'assessore al turismo e al marketing Maria Chiara Venturelli, che ha fatto grandi sforzi per mantenere il centro Fit attivo sul territorio, favorendo il turismo da tutte le parti d'Italia. I ragazzi hanno offerto una grande accoglienza all'Errani, hanno infatti composto, con le palline da tennis, un grande cuore con la scritta "Super Sara", poi il protagonista diventa il campo, con i ragazzi che scambiano due colpi con la campionessa. L'emozione gioca brutti scherzi e allora ci scappa anche qualche liscio, ma c'è anche chi con spavalderia prova a sorprende la grande Sara che come loro ha mosso i suoi primi passi in questi centri estivi. «Mi sembra di tornare bambina - esordisce la Errani - anche io da piccolo ho partecipato a centri estivi come questo. Ai ragazzi consiglio di metterci grande passione ed impegno e di dare il loro meglio, ma soprattutto di divertirsi. So che i più giovani possono prendermi ad esemprio, ne sono orgogliosa e cerco di esserlo sia dentro che fuori dal campo». I bambini e il centro Fit sono al centro in questa giornata, ma non si poteva non parlare della recentissima vittoria a Wimbledon nel doppio con Roberta Vinci che ha permesso alla coppia di centrare il carrier slam (la vittoria in tutti i tornei del grande slam). «Non c'è lo aspettavamo - continua la Errani - anche perchè l'erba non è il nostro terreno ideale e siamo strafelici.Siamo molto amiche e questo secondo noi è un vantaggio, ci troviamo bene sia dentro che fuori dal campo, è la nostra arma in più». Poi i protagonisti tornano i bambini del centro nella corsa all'autografo della loro begnamina. A quel punto i ragazzi tornano ad emozionarsi come in campo e via, chi si presenta con il tradizionale foglietto di carta, la maglietta o il cappellino, poi ci sono quelli più originali che porgono alla campionessa la pallina o la racchetta. La palma di più originale la vince però il giovanotto che, arrivato di fronte alla super tennista, si toglie la scarpa e la porge all'Errani perché vuole che lasci un segno indelebile sulle sue scarpette. Insomma la Errani ha mantenuto fede alle sue parole e con grandi sorrisi e disponibilità, ha dimostrato di essere una grande campionessa anche fuori dal campo, per la gioia dei 190 giovani tennisti che sperano di emularla.