George Lucas da Hollywood alla Ferrari

MARANELLO Una visita, è proprio il caso di dirlo, stellare. Quella di ieri è stata una giornata davvero speciale per Maranello con la visita del regista di "Guerre stellari" George Lucas e l'attore Samuel Jackson. I due vip hanno approfittato di un breve viaggio in Italia per visitare la Ferrari. Si tratta di due delle stelle del cinema più famose al mondo: il regista e produttore George Lucas, creatore appunto della saga di "Guerre Stellari", e l'attore Samuel L. Jackson. Accompagnati da alcuni parenti e amici, i due artisti statunitensi hanno visitato le aree produttive e hanno anche incontrato il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo. Prima di ripartire hanno raccontato a Ferrari.com cosa rappresenta per loro la Ferrari e le impressioni di questa mattinata all'insegna del cavallino rampante. «Sono sempre stato appassionato di vetture da competizione e di gare automobilistiche e per me la Ferrari è la macchina sportiva per definizione – ha detto Lucas - L'ammiro dalla fine degli anni Sessanta, è per me qualcosa di speciale che ho nel cuore fin da quando ero bambino. Ferrari è per me sinonimo di eccellenza». Lucas si è poi soffermato su un punto che accumuna il suo lavoro con la Ferrari, l'innovazione: «Innovare significa saper guardare il mondo con occhi diversi, usare l'immaginazione per pensare in modo differente». «Made in Italy e velocità», con queste parole ha invece sintetizzato Samuel L. Jackson quello che è per lui la Ferrari. «La velocità – ha proseguito – è un elemento che mi affascina e mi emoziona. È la parte che preferisco nei film che giro, soprattutto quando posso scatenarmi negli inseguimenti». Prima di ripartire gli ospiti hanno visitato anche il Ferrari Store e la pista di Fiorano. Intanto domenica sullo storico circuito di Silverstone - che nel 1951 vide la prima vittoria in Formula 1 proprio della Ferrari, ad opera di Josè Froilan Gonzales - si corre il Gran Premio di Gran Bretagna, nona tappa del Mondiale 2014. Dopo la delusione in Austria con Alonso quinto e Raikkonen decimo, la Rossa cercherà di colmare il divario con i motori Mercedes, salendo sul podio più alto. ©RIPRODUZIONE RISERVATA