Ricostruire sostenibile: se ne parla a Finale

FINALE "Ricostruzione e Transizione: un percorso condiviso per progettare interventi sostenibili". Questo il titolo del convegno nazionale promosso dall'Anab, l'associazione nazione dell'architettura bioecologica cui seguità un dibattito sulla ricostruzione sostenibile, il tutto nell'indifferenza delle istituzioni. Il convegno s si terrà venerdì alle 10 a Finale, presso la tensostruttura di via Monte Grappa, 6 Partendo dalla contingenza della ricostruzione post-terremoto, il convegno vuole favorire un confronto sui criteri di una riqualificazione sostenibile. In particolare per l'Emilia è indispensabile fare in modo che ad un evento tragico e doloroso, possa seguire una riflessione sui modelli insediativi, per evitare che gli errori fatti nel passato sia al livello urbanistico che per le tecniche costruttive possano essere ripetuti. «La ricostruzione - spiega una nota - deve partire dai modelli dell'Architettura Naturale, dall'adozione delle tecniche della Neo-edilizia, da una Architettura della Post-sostenibilità che da un lato riduca i consumi (e i relativi costi ambientali), migliorando l'efficienza dei processi costruttivi, dall'altro relazioni l'abitare con l'ambiente non meno che con le specificità della persona umana, evitando ad esempio l'uso di materiali inquinanti, con cui i nostri fabbricati sono per lo più realizzati, e che creano tanti problemi proprio durante fasi critiche. Per fare ciò si devono ad esempio reintrodurre alcuni materiali della tradizione (da utilizzare in chiave tecnologica moderna). Questi materiali, che nelle fasi del terremoto in alcuni casi hanno resistito meglio di tanti prodotti industriali, sono per lo più stati snobbati dalle istituzioni e inopinatamente esclusi dagli interventi di ricostruzione». A fianco di due qualificati relatori Anab, come Alessandro Fassi, autore del libro "L'isolamento ecoefficiente", e Olver Zaccanti, uno dei massimi esperti dell'uso edile della canapa in Italia, oltre che coordinatore dell'attività di assistenza Anab , il dibattito, moderato da Mario Veronese, vedrà la presenza di Franco La Cecla, architetto e antropologo, docente di antropologia culturale presso l'Università di Bologna, e di Cristiano Bottone, responsabile di Transition Italia. Dopo i saluti del sindaco Ferioli alle 10 si parlerà di "Riparare e ricostruire consapevole".