Tempesta Usa, si torna alla normalità

NEW YORK Nemo si allontana lasciando dietro di sè nove morti e la costa nord-orientale degli Stati Uniti divisa in due: mentre New York si è già ripresa in maniera brillante, nel New England è iniziata la conta dei danni provocati dalla tempesta di neve. Nel frattempo, l'allerta si sposta negli stati del Midwest, dove è attesa una nuova bufera destinata a imperversare sino alla serata di domani. La "monster blizzard" che tra venerdì e sabato si è abbattuta sul Nord-Est del Paese ha provocato cinque vittime in Connecticut, una nello stato di New York, una in Massachusetts - un ragazzino di 14 anni morto a causa dei fumi di scarico dell'auto dove aveva cercato riparo - e due in Canada. Ovunque tuttavia, il «peggio è passato», affermano le autorità. L'allarme maltempo è stato ritirato in alcuni Stati e, dopo quelli di New York, hanno riaperto anche gli aeroporti di Boston e del Connecticut. La bufera, che in alcune zone ha portato oltre un metro di neve, ha provocato la cancellazione di almeno 6.300 voli e lasciato senza elettricità più di 635.000 abitazioni, numero che è nelle ultime ore sceso a circa 459.000. Tutto tranquillo invece a Manhattan, dove già dalla mattinata di sabato adulti e bambini hanno approfittato della bella giornata di sole per divertirsi in mezzo alla neve, a Central Park e negli altri spazi verdi all'aperto della città di New York. A Long Island, verso il mare, invece almeno un centinaio di macchine sono rimaste bloccate in autostrada per ore a causa della neve e del gelo. «Nemo ha avuto qui qualche conseguenza, ma nulla a che vedere con quanto accaduto negli Stati vicini», ha spiegato il governatore Andrew Cuomo, che infatti ha deciso di inviare uomini e mezzi anti-neve in New England, per far sì che il recupero avvenga nel minor tempo possibile. A Hamden, in Connecticut, il manto bianco è arrivato a quota un metro. «La bufera ci ha colpito duramente - ha detto alla Cnn il governatore di Rhode Island, Lincoln Chafee -. La neve era molto pesante e ha provocato la caduta di alberi e linee elettriche». Il Rhode Island e il Massachusetts sono gli stati più colpiti dai blackout provocati dal maltempo. Mentre il New England è al lavoro per tornare alla normalità, l'allarme dei metereologi si sposta ora verso il Midwest. Il National Weather Service avverte che oggi sono attesi almeno 30 centimetri di neve, pioggia gelata e venti forti dalla zona orientale del Colorado sino al Minnesota.