Senza Titolo

MODENA Alle 21 di stasera, Giorno della Memoria, va in scena al Teatro Storchi, a ingresso gratuito, "La nostra lingua manca di parole. Voci per un'Europa in cerca di memorie". Sul palco le voci: quelle degli attori del "Ratto d'Europa" Michele Dell'Utri e Simone Tangolo, quelle dei cantanti dell'orchestra e quelle di un coro multilingue di cento lettori. E la musica, suonata dalla "Maxmaber Orkestar", oltre a proiezioni di immagini. Per l'occasione è previsto un collegamento con la trasmissione "Fahrenheit" di Rai Radio Tre che va in onda per il Giorno della Memoria dalla Fondazione Primo Levi di Torino. L'appuntamento - organizzato e promosso da Comune di Modena, Fondazione Villa Emma ed Emilia Romagna Teatro Fondazione - prende spunto dalla presentazione, in programma nella stessa serata, del dvd "La nostra lingua manca di parole. Se questo è un uomo" di Primo Levi letto in italiano, arabo, francese, inglese, polacco, ungherese, russo, tedesco, ebraico e sloveno, che testimonia l'appuntamento modenese del Giorno della Memoria 2011. «In una società che è sempre più sdraiata sul presente e non trova nella storia quelle radici che permettono di immaginare il futuro, ogni iniziativa dedicata alla memoria è fondamentale», afferma l'assessore alla Cultura Roberto Alperoli. «Il nucleo è costituito da alcuni testi di Primo Levi - spiegano Claudio Longhi, il regista, e Fausto Ciuffi, direttore della Fondazione Villa Emma - in cui si riflette sull'importanza della parola e della comunicazione, del capire e del farsi capire. Questi elementi, fondamentali in ogni tipo di relazione umana e all'interno di ogni comunità, nello spazio violento del campo di concentramento venivano volutamente contrastati per accrescere il disorientamento e la disperazione dei prigionieri». L'appuntamento è stato pensato all'interno del più ampio progetto "Il ratto d'Europa", sviluppato a Modena da Ert e a Roma da Associazione Teatro di Roma. In apertura di serata verrà letto un testo di Arrigo Levi scritto per l'occasione. I componenti della "Maxmaber Orkestar" sono: Eleonora Lana, voce; Max Jurcev, fisarmonica e voce, Alberto Guzzi, sax contralto e soprano e voce; Matteo Zecchini, chitarra acustica ed elettrica; Fabio Bandiera, chitarra basso, e Luca Carboni, batteria. (n.c.)