Senza Titolo

MODENA A gennaio ritorna l'appuntamento con "La domenica non si va scuola", la rassegna dedicata alle famiglie e ai bambini promossa da Emilia Romagna Teatro Fondazione in collaborazione con Nordiconad. Anche quest'anno la rassegna propone quattro appuntamenti, fino a primavera, con l'intento di dar voce ad un teatro capace di emozionare grandi e piccini insieme, offrendo alle famiglie un'importante occasione di crescita e di condivisione. Ad inaugurare l'edizione 2012/13 sarà, domenica 6 gennaio alle 16 presso il teatro Storchi, "Circus Colombazzi", una produzione di circo che vede protagonista una singolare famiglia di saltimbanchi, con i loro costumoni a righe, baffoni, il naso e le guance arrossate da una buona dose di lambrusco. Questi buffi protagonisti si prodigano in Flic-Flac, verticali in equilibrio sulla bicicletta, salti mortali ed evoluzioni di ogni genere per stupire e divertire il pubblico. Secondo appuntamento il 20 gennaio sempre alle 16 presso il teatro Storchi con "Carretti musicali", una banda moderna, formata da trombe e sassofoni ma anche da chitarre elettriche, percussioni e cantanti amplificati, che porterà nella cornice del teatro Storchi la leggerezza e la spontaneità tipiche dello spettacolo di strada. I "Carretti Musicali" sono una vera e propria tribù rock che arriverà a condurre il pubblico in un mondo effimero e visionario riconducibile al vasto immaginario di cinque grandi paesi - America, Cina, Giappone, India e Italia. Il 24 febbraio alle ore 16 sempre al teatro Storchi è la volta di "Pigiami", un gioco teatrale che non vuole raccontare una semplice storia, ma piuttosto suggerire azioni. Nella sua stanza da letto, nella solitudine della sera, un adulto scopre il piacere di ridiventare bambino. Poche cose: un letto, una sedia, un pigiama, i suoi vestiti, le sue scarpe e un attaccapanni. Quando cala la sera ed è ora di dormire il protagonista comincia a giocare con le sue scarpe, i suoi pantaloni, le sue calze e viaggia "facendo finta che" questi siano ora un vecchio, ora una sorella, un fratello, una montagna, due bambini o due animali. Ed ecco che, ad un certo punto, nella stanza giunge uno sconosciuto, forse un amico. I due, prima con cautela, poi sempre più affiatati, entrano l'uno nel gioco dell'altro: le idee e le azioni si incontrano e si scontrano rapidamente…. Chiude la rassegna il 10 marzo alle ore 16 sempre presso il teatro Storchi lo spettacolo "C'era due volte - il brutto anatroccolo", una rivisitazione della celebre fiaba di Andersen che utilizza in maniera del tutto originale la grafica computeristica per evocare nuovi luoghi e personaggi. La storia de Il brutto anatroccolo viene riletta facendo interagire tecniche teatrali tradizionali come la narrazione e l'uso di oggetti con la grafica computeristica video proiettata. Un uso "poetico" della tecnologia indirizzato ad un'applicazione ludica, creativa, all'interno del gioco del teatro: il computer crea scenografie elettroniche animate dal vivo da un operatore multimediale che, come un marionettista con i suoi invisibili fili, muove le figure digitali con cui l'attore interagisce in un originale combinazione visiva e narrativa sospesa fra reale e virtuale. Come ormai da diversi anni, prosegue anche per questa stagione la fortunata collaborazione tra Emilia Romagna Teatro Fondazione e Nordiconad, con la possibilità per i possessori di Carta Insieme Conad di usufruire di sconti ed agevolazioni su biglietti ed abbonamenti. Per informazioni: Emilia Romagna Teatro Fondazione Teatro Ragazzi: 059/2136055; e-mail: teatro.ragazzi@emiliaromagnateatro.com. www.emiliaromagnateatro.com Prenotazioni e prevendita abbonamenti e biglietti: presso le biglietterie del teatro Storchi - martedì dalle 10 alle 14 e dalle 16.30 alle 19, da mercoledì a venerdì dalle 10 alle 14, sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19. Biglietteria telefonica: 059.2136021 (dal lunedì al venerdì ore 9-13). Il giorno dello spettacolo la Biglietteria apre alle ore 14.30.