Anno favorevole al Cancro: il Sassuolo può sognare

L'oroscopo del Sassuolo? Se continua così, non vale, è troppo facile, senza neppure bisogno di consultare gli astri. Che comunque avevano visto giusto nelle previsioni per il 2012 del club neroverde, al quale, per la recente scoperta di uno storico del Sassuolo, ormai viene attribuita la data di nascita 17 luglio 1920, non più 1922, in virtù del ritrovamento di un certificato di affiliazione alla Federazione. Quindi la società del patron Squinzi e del presidente Rossi, astrologicamente, è un Cancro o Granchio, che dir si voglia, della terza decade. Prima di passare agli oroscopi specifici del 2013, è interessante dare conto di quello per il 2012 dei neroverdi, che così recitava: "Il Cancro della terza decade troverà pace dopo un faticosissimo 2011. Nel nuovo anno tutto cambierà, soprattutto da ottobre, grazie a un bel trigono di Saturno. Poi, il 2013 sarà anno di grandi lavori e promozioni". Riletto un anno dopo: nel 2011 il Sassuolo ha rischiato la retrocessione, nel 2012 è arrivato ai play off, pur conclusi amaramente, e da qualche mese sta sfruttando al massimo il trigono di Saturno. Cosa sia, non siamo in grado di spiegarvelo, ma, visto come vanno i neroverdi, se il trigono si potesse comperare, ci sarebbe la fila davanti al negozio. Tornando agli oroscopi usciti ultimamente, c'è quello che non ha dubbi: "Il Cancro sarà il segno numero uno del 2013". Un altro ricorda che sotto quel segno, tra gli altri, sono nati Alessandro Magno, Giulio Cesare e Giuseppe Garibaldi. Magari tra un anno aggiungeranno pure Eusebio Di Francesco, anche se è della Vergine... Un altro astrologo si accoda: "Entusiasmo, spirito di intraprendenza, lucidità mentale e un pizzico di fortuna vi porteranno lontano". Ancora? Pure questo non ha dubbi: "Giove nel segno del Cancro, nel quale non si trovava da 12 anni, si esalta". C'è chi si sbilancia ulteriormente: "Benissimo il 2013. Primi sei mesi particolarmente tranquilli. Se avevate qualche desiderio un po' costoso, potrete facilmente esaudirlo da maggio". E uno degli astrologi più conosciuti vede questi primi sei mesi addirittura come un trampolino di lancio: "Possibile preludio di grandi affermazioni. Autunno poi potrebbe regalare emozioni da ricordare nei secoli dei secoli". Claudio Romiti