Portici, parco e fontana: Spezzano ora ha la piazza

di Giovanna Frigieri wFIORANO Da sabato prossimo anche Spezzano finalmente avrà il suo centro con piazza, parco e supermercato. L'inaugurazione con il taglio del nastro ci sarà alle 10,30 con i saluti delle autorità che intitoleranno la piazza con il nome "Falcone e Borsellino".. Dalle undici fino al pomeriggio giochi e animazioni per bambini e dalle 17,30 in poi luci e musiche formeranno uno spettacolo di video-mapping a cura di Colette Baraldi e Angelo Santunione. L'evento è stato presentato a "Casa Corsini", sede di associazioni e centro giovani che fa parte delle strutture donate al Comune all'interno di questo progetto urbanistico- edilizio privato. Alla presentazione c'erano il sindaco Claudio Pistoni, il vicesindaco Maria Paola Bonilauri, il direttore area Emilia Nordiconad Gianluigi Covili e l'amministratore di Corte Corsini (nome della lottizzazione) Cristina Gagliardelli, finanziatrice del progetto. «La piazza – spiega il sindaco Claudio Pistoni – è ricca di particolari e qualcosa forse non sarà pronto sabato, ma in seguito. La festa sarà caratterizzata da uno spettacolo con effetti di luci e da giochi d'acqua di una fontana. Nella piazza, oltre al Conad, ci sarà una farmacia comunale, che diventa di proprietà da un locale che avevamo in affitto e quindi costituisce un ulteriore risparmio per il Comune, e degli ambulatori con dei medici. Ricordo che il Comune non spende un euro per questo bellissimo progetto ad opera di privati, in cui c'è molto di più di quanto semplicemente stabilito in fase di accordo: c'è una cura dei particolari e un'attenzione alle esigenze degli spezzanesi che definirei mecenatismo». «Il Conad – continua Gianluigi Covili, direttore area Emilia Nordiconad – ha deciso di partecipare a questa iniziativa, nonostante la crisi: sembra di essere anacronistici quando si investe sul commercio, ma qui il Conad ha creato 25 posti di lavoro». «La piazza non c'era e non c'è mai stata – ricorda Cristina Gagliardelli - ma abbiamo provato a immaginarci come sarebbe stata una piazza del passato a Spezzano. Oltre alla casa colonica Corsini, abbiamo collocato nella piazza una fontana, nel punto centrale, dove idealmente in passato c'era il fuoco intorno al quale si riuniva la gente per chiacchierare. Verranno anche messe a dimora due piante di ciliegio che in questa zona erano già presenti nel passato. Questi sono piccoli elementi che i fioranesi di una certa età ricordano e fa piacere rivedere ancora». Un'altra caratteristica è la statua del leone, simbolo spezzanese che nasce con il monumento dei caduti di guerra e si contrappone all'Aquila di Fiorano in epoca fascista. «Quella di sabato – conclude il vicesindaco Maria Paola Bonilauri – sarà una grande festa di paese».