Napoli, gara della verità

ROMA.Era nell'aria, ma poi è arrivata la conferma. Il ricorso per Mexes è stato respinto, in realtà a Trigoria c'era poco ottimismo sulla questione, tanto che i dirigenti hanno deciso di presentarlo solo dopo la squalifica di Burdisso. Cosi probabilmente toccherà a Cassetti giocare al centro con Juan contro il Napoli. Una gara che Ranieri definisce «Difficile, perchè stanno facendo un ottimo campionato e lo meritano, ma noi non ci sentiamo inferiori. Ma sarà un bellissimo derby. Nella gara di andata noi facevamo la partita e loro le azioni importanti, dobbiamo correre tutti quanto loro perchè loro con Cavani, Lavezzi, Hamsik, corrono tutti».
Il derby del sud, cosi l'allenatore definisce la sfida con i partenopei in programma all'Olimpico. Una partita per cui si trova a fare i conti con la difesa, con Mexes a cui hanno confermato la squalifica e Burdisso anche lui fermato dal giudice sportivo. E quindi con Cassetti prima scelta per il posto da centrale. Questo perchè gli altri due centrali a disposizione, Burdisso Junior e Loria non gli danno garanzie sufficienti. «Guillermo Burdisso deve ancora fare esperienza», spiega Ranieri.
Per Walter Mazzarri, tecnico del Napoli, «alla fine la classifica è sempre molto corta e non sarà determinante, pensiamo solamente alla Roma, tutto il resto non ci interessa». «Affronteremo ogni gara come una finalissima - promette - tutto il resto è uno slogan a livello mediatico. Guarderemo la classifica solo l'ultimo giorno, adesso non ha senso parlarne». Il match non sarà facile anche perchè la compagine allenata da Ranieri farà di tutto per buttarsi alle spalle la brutta sconfitta contro l'Inter: «I giallorossi sono temibili all'Olimpico: se mi si chiede quale giocatore toglierei a Ranieri rispondo tutti. Sono tanti campioni, davanti sono fortissimi. E' una delle squadre più forti del campionato. Le assenze non condizioneranno la partita». Per Mazzarri è inutile etichettare questa sfida come uno scontro per la Champions o per lo scudetto: «Se dovessimo arrivare in zona Champions o per quell'altra cosa, vedremo». Per il Napoli è la gara della verità.