Casaroli: «Li denuncio»

Giovedi sera Ubersetto-Prignanese (gara valida per la Terza categoria girone A) è stata sospesa alla fine del primo tempo per una rissa nata in campo tra i giocatori delle due squadre. Vista la situazione che si stava creando l'arbitro Sisto di Modena ha dunque pensato di mandare tutti a casa rimettendo cosi ogni decisione al Giudice sportivo. Postumi del parapiglia per l'attaccante della formazione ospite Manuel Casaroli che ha passato la notte in ospedale per un colpo rimediato alla testa: «Fa un po' male - inizia - mi hanno chiuso la ferita con un apposito medicinale che è equivalente a quattro dei più classici punti di sutura». Poi sentiamo come sono andati i fatti secondo la visione di Casaroli: «Ero già ammonito e per farmi prendere il secondo giallo il portiere ha fatto finta di essere stato colpito da me, ma non era vero. Poi non ricordo molto perchè mi sono piombati addosso». E ora quali saranno le conseguenze?: «Ora penso proprio di sporgere denuncia contro la Polisportiva Ubersetto perchè ovviamente non posso sapere chi dei loro tesserati mi ha colpito». Poi Casaroli, prima di chiudere, ci tiene a precisare un aspetto: «Andrò avanti con le mie azioni, ma non sono una persone a cui piace fare tanta polemica. Per questo preferisco non parlare più di questa storia».
Torniamo comunque alla già citata giustizia sportiva che molto probabilmente, anzi sicuramente, prenderà provvedimenti sulla questione. Potrebbe esserci anche la seria possibilità che la gara venga data persa ad entrambe le formazioni.

Enrico Ballotti