Al via "Mangiando s'impara"

Si chiama 'Mangiando s'impara" il progetto targato Nordiconad che giunge quest'anno alla sua ottava edizione, per educare le nuove generazioni alla cultura del vivere sostenibile.
L'iniziativa, che trova l'appoggio del comune di Modena e Coni, si pregia oggi di un riconoscimento a livello nazionale nell'ambito delle premiazioni GDO Ethic Award 2010 - Premio per il futuro sostenibile.
«Non vogliamo sostituirci a chi opera con le dovute competenze nel campo, ma chi si occupa di consumo oggi - afferma Gianluigi Covili, direttore area Emilia di Nordiconad - non può sottovaliutare il valore educativo delle proprie pratiche e messaggi. Per questo Nordiconad si assume da tempo la responsabilità di unire alla qualità e alla sicurezza dei propri prodotti la promozione di una corretta conoscenza ed educazione alimentare».
«Sappiamo - interviene Simona Arlettil, assessore comunale all'ambiente - che Modena è definita come una città tra le più sane, anche grazie a progetti di questa natura. È importante inoltre partire dalla primissima età. Sappiamo che sempre più sono i bambini obesi e non è solo un problema estetico, ma di possibili future malattie che potranno comparire nell'età adulta. I bambini devono imparare a muoversi, non solo con lo sport, ma anche in modo naturale, andando a scuola a piedi. Alcuni esperti inoltre ci informano che anche il freddo aiuta a smaltire il grasso. È per questo che abbiamo deciso di abbassare la temperatura dei riscaldamenti nelle scuole del nostro territorio».
Sono quattordici, inoltre, «i consigli - afferma Franco Bertoli, presidente del Coni di Modena - per tornare in forma anche senza fare sport, contenute nelle schede elaborate dallo staff tecnico del Coni per l'ultimo opuscolo del progetto in questione».
La realizzazione delle attività di 'Mangiando s'impara" si avvale di una equipe di nutrizionisti i quali lavorano ad un programma che prevede: promozione verso le scuole, incontri con gli insegnanti, attività in aula, inconto al supermercato Conad, una visita alla 'Fattoria Didattica", frutta a merenda, incontro con i genitori.
Le adesioni per le attività relative al 2011 sono state già raccolte e prevedono il coinvolgimento di millesettecento alunni, di cui millesettanta nella provincia di Modena.