Il gran giorno di Bianco

Dopo il grande entusiasmo del primo giorno, fila liscio anche il bis.
Ieri mattina i neroverdi hanno continuato a lavorare nel caldo di Sassuolo: dopo la palestra, la squadra si è spostata sul prato del Ricci e, dopo una fase il riscaldamento tecnico-tattico, la truppa ha chiuso la seduta d'allenamento con la partitella libera e con un po' di lavoro fisico. Al pomeriggio la squadra ha sostenuto la prima parte delle visite mediche di rito, che non hanno evidenziato particolari problemi sullo stato di salute dei neroverdi.
Ma sono altri gli accertamenti clinici che tengono in stand-by il Sassuolo: l'esito delle visite al ginocchio di Regonesidarà infatti via libera all'operazione di mercato col Rimini che porterà in neroverde anche l'esterno d'attacco Biagio Pagano. In Romagna dovrebbe cosi finire il centralone Fabrizio Anselmi, insieme ad un conguaglio economico.
Lo scambio col Rimini è a un passo dalla conclusione e la firma dell'affare potrebbe arrivare in tempo per la presentazione ufficiale della squadra, in programma sabato, prima della partenza per il ritiro di Carpineti.
Giovanni Rossi è in attesa anche di sapere se e quando sarà possibile ufficializzare l'altro obiettivo di mercato dato come vicinissimo al Sassuolo, cioè quel Jonathan Rossini, difensore Under 21 svizzero, che piace a molte squadre della cadetteria.
Gli altri nomi accostati nei giorni scorsi al Sassuolo sembrano più distanti. Ciotolaè ad un passo dalla firma col Verona di Nereo Bonato, che avrebbe messo sul piatto un triennale per l'attaccante. Il brasiliano Neto Pereiraè invece da considerarsi soltanto una buona alternativa qualora l'affare Biagio Pagano sfumasse all'ultimo minuto. Da Reggio Emilia intanto danno per fatto l'acquisto di Asante Jaw, giovanissimo centrocampista granata che andrà a dare man forte alla Primavera neroverde.
Questi i colpi di mercato in arrivo mentre l'ultimo concretizzato, in ordine di tempo, è Gianluigi Bianco, altro prodotto del ricco vivaio della Sampdoria. Il giovane esterno sinistro l'anno scorso era ad Empoli, dove però non ha avuto modo di mettersi in luce: «Un po' gli episodi, un po' la sfortuna hanno condizionata la mia stagione ad Empoli. Qui a Sassuolo - ha spiegato il difensore nella sua prima giornata da neroverde - spero di avere un po' più di spazio. Se ho sentito Poli? No, non ancora, ma lo farò sicuramente nei prossimi giorni».
Il programma dei neroverdi proseguirà oggi con una seduta d'allenamento al mattino e con il resto delle visite mediche. E mentre la squadra lavorerà in campo, a Giovanni Rossi toccherà sgobbare dietro la scrivania per completare i tasselli mancanti del puzzle neroverde.