‘Olmi in consiglio rappresenta Zocca'

ZOCCA.Promappennino risponde alla lettera di Giuseppe Bicocchi, dedicata all'assessore del Comune di Zocca, Gianluigi Olmi, nonché consigliere di Promappennino. La missiva viene definita da Riccardo Solmi, presidente dell'azienda, 'piena di falsità e imprecisioni" e non viene accettata per la sua 'ironica definizione di Promappennino, quale benemerita cooperativa".
Solmi ricorda che Promappennino 'è da 25 anni l'azienda turistica di gran parte del territorio compreso nelle Valli del Reno e del Panaro e sta vivendo una forte espansione di operatività e attualmente conta la presenza di 70 soci, tra cui 45 operatori turistici, tre Comunità Montane, due Parchi regionali, dieci Comuni, molte Pro-Loco e le principali associazioni di categoria. Quanto all'accusa riferita nella lettera all'assessore Olmi di fare parte del consiglio di amministrazione di Promappennino per l'amicizia e il legame lavorativo che lo lega al presidente Riccardo Solmi, si ritiene opportuno precisare - si sottolinea nella lettera della Società Cooperativa firmata da Solmi ed inviata al Bicocchi - che Gianluigi Olmi è presente in Consiglio in rappresentanza del Comune di Zocca, alla pari degli assessori al turismo o sindaci dei Comuni di Vergato, Castel d'Aiano, Montese, Guiglia e del presidente del Parco dei Sassi di Roccamalatina". (giuseppe bondi)