La saga dei Biondini, famiglia simbolo dello sci di fondo

FRASSINORO.Biondini, un cognome, una garanzia. Sinonimo di ostinazione e concretezza. Un cognome che da ormai 50 anni (la S.S. Frassinoro nata nel 1957 ne è la prova) è d'obbligo associare allo sci di fondo. Una saga familiare che partendo da Tonino, passando per Leonello e ai giorni nostri con i cugini Alessandro e Simone sta lasciando nello sci nordico nazionale un'impronta significativa.
Il 'capostipite" è l'indimenticato Tonino Biondini, campione italiano dei 15 e 30 km nel 1972, protagonista alle Olimpiadi di Sapporo nello stesso anno. Tonino ottenne la vittoria più bella alla Marcialonga del 1976. Chiusa la carriera agonistica si dedicò all'attività di allenatore, lavorando per la federazione. Ma un male incurabile se l'è portato via nel 1983 ad appena 38 anni. Suo fratello Leonello, a Torino come volontario e tecnico alle paraolimpiadi, partecipa nel 1958 ai campionati italiani Junior, nel 1960 vince la staffetta Junior ed è campione italiano a Tarvisio. Dal 1960 al'64 fa parte della squadra nazionale B junior, poi diviene istruttore nazionale maestri di sci dal 1974 al 1990 partecipa nel 1983 e 1987 a Interski, dal 1994 al 1998 è allenatore nazionale disabili partecipando agli europei in Siberia e alle paraolimpiadi di Nagano. Direttore corsi maestri di sci fondo per l'Emilia Romagna è stato allenatore del compianto Paolo Manfredini e di Gianluca Marcolini.
Poi c'è AlessandroBiondini, figlio di Tonino, che ha fatto parte della squadra di sci fondo del comitato Appennino Emiliano con buoni risultati, ha fatto il corso da allenatore diventando prima allenatore zonale, poi chiamato da Gianluca Marcolini dal 2002 fa parte della nazionale femminile di fondo prima come skiman generico, poi diventando skiman personale del bronzo olimpico Arianna Follis, che presto porterà all'altare. E infine SimoneBiondini, figlio di Leonello, che come il cugino Alessandro ha seguito la trafila sportiva partecipando e vincendo numerosi titoli emiliani e una gara nazionale. Dal 2003 fa parte del gruppo skiman del biathlon femminile e maschile. (c.b.)