«Ballotta? L'ultimo dei problemi»


E' un Doriano Tosi che vuole fare chiarezza. Il direttore sportivo gialloblù, senza mai alzare i toni, analizza molto tranquillamente la polemica sollevata dal capitano del Modena nei confronti di Malesani. Nessuna punizione, solo un chiarimento con le dovute responsabilità.
Lo strascico di polemiche dell'esclusione di Ballotta ha oscurato la vittoria del Modena.
«La cosa che dispiace di più è proprio questa: mettere da parte il risultato, senza gustarcelo, per una questione che andava risolta in maniera molto più riservata. La cosa più importante è che tra quindici giorni ci si ricordi solo del risultato positivo».
Che peso avrà questa vicenda all'interno dello spogliatoio?
«Il nostro è un gruppo molto coeso e unito, ma c'è il rischio che qualche volta uno, sotto l'emotività degli eventi, possa peccare pensando molto di più all'interesse personale piuttosto che a quello collettivo. E questo è un errore, ma capisco che a volte si faccia fatica ad essere completamenti sereni e ragionevoli di fronte a scelte, anche umane, che fanno male. Invece noi non dobbiamo dimenticarci che abbiamo tra le mani una cosa che non è nostra: il Modena è di tutti, della collettività, dei tifosi e noi che ci lavoriamo dentro dobbiamo rispettarlo, facendo attenzione a quello si fa e a quello che si dice, gestendolo al meglio ma consapevoli delle responsabilità che abbiamo. E' esattamente quello che oggi ho detto nello spogliatoio».
Qual è la posizione della società?
«Tendiamo a risolverla nel nostro privato. Anche perchè se devo sentire cose come litigi, risse e diverbi negli spogliatoi che non stanno nè in cielo nè in terra, mi avvilisco. Se uno passa per strada, si inventa una cosa e io il giorno dopo devo anche venirmi a difendere da qualcosa che non esiste capite che è un grosso problema. Io negli spogliatoi ci sono stato dal primo all'ultimo minuto, l'ambiente era sereno e nessuno ha discusso: tutto nella normalità, come prima di ogni gara. Purtroppo ci siamo fatti male da soli».
Come pensate di mettere la parola fine a questa vicenda?
«I comportamenti e i problemi personali vanno risolti tra i diretti interessati: una società può rispondere del rendimento di una squadra, ma dal punto di vista tecnico. Noi col giocatore abbiamo parlato, ci parlerà anche Malesani, che continuerà a fare le sue scelte domenicali tranquillamente. Ma nella vita ognuno è responsabile di ciò che dice e quindi ne paga anche le conseguenze. Ballotta per il Modena non è un problema. Prima di lui c'è sicuramente la salvezza di questa squadra».

Davide Berti