Modena. `Schizzo' ritrova il Montevarchi a cui segnò due gol all'andata La rivincita di Scazzola 3006®Ho già perso la B per due volte Ma la riconquisterò da titolare¯


DOVEVA spaccare il mondo, ha finito invece per essere cliente fisso dell'infermeria e della panchina. Cristiano Scazzola è stato uno dei bersagli preferiti dalla sfortuna perdendosi nell'anonimato, lui che doveva recitare un ruolo da protagonista. La serie B sembra una maledizione: l'ha persa prima ai rigori col Fiorenzuola in una drammatica finale play off contro la Pistoiese e poi nel novembre scorso, quando è sfumato un suo possibile approdo a Ravenna o Castel di Sangro. Ma Scazzola in B ci vuole tornare col Modena: recuperata la miglior condizione, l'ex genoano vuol vivere un finale di stagione sotto i riflettori. A partire magari da Montevarchi, contro una squadra che sembra portargli bene: all'andata rifilò infatti ai toscani una splendida doppietta.Dov'è finito lo Scazzola dei bei tempi? ®Sono sempre qui. E' dall'inizio della stagione che non me ne va bene una con infortuni a ripetizione. Adesso ho ripreso a pieno ritmo e mi sento pronto per tornare in campo¯. Potresti proprio essere tu l'arma in più del Modena in questo rush finale... ®Ci spero proprio. L'entusiamo che adesso regna nella squadra e tra i tifosi mi ha contagiato e non vedo l'ora di giocare e dimostrare quello che so fare¯. La concorrenza non ti manca. ®Grabbi rispetto all'anno scorso è migliorato moltissimo, per Putelli e Mandelli parla la carriera. Ma il fatto di dovermi giocare il posto con loro è uno stimolo in più. Di certo non è facile rientrare in un Modena che vince. Io comunque non mollo e so che presto verrà il mio momento e mi farò trovare pronto¯. Per te le serie B è una specie di maledizione... ®Con il Genoa ho giocato appena dieci partite, poi sono venuto a Modena. In precedenza avevo perso la promozione l'anno prima col Fiorenzuola quando nella finale play off siamo stati battuti dalla Pistoiese ai rigori. Nell'autunno dell'anno scorso ho ricevuto le offerte del Castel di Sangro e, soprattutto, del Ravenna ma ho finito per rimanere qui¯. Qualche rimpianto per questa scelta? ®La serie B è sempre la serie B e quindi un pizzico di rimpianto è logico che ci sia. Comunque se ho deciso di continuare la mia avventura a Modena è perchè credo, anzi sono convinto, che conquisterò qui il traguardo della promozione. Per me è quasi una sfida personale¯. Pensi ancora sia possibile raggiungere il primo posto? ®Teoricamente sì ma è meglio vivere alla giornata. Con dieci partite a disposizione tutto è possibile: di certo andremo ai play off e a quel punto la qualità della nostra rosa potrebbe fare la differenza. Più siamo e meglio è: alla fine il fatto di avere quattro attaccanti tutti di buon livello giocherà un ruolo importante¯. Domenica come hai vissuto il derby dalla panchina? ®Ho sofferto come i miei compagni in campo. La cosa che mi ha colpito di più è stato il pubblico che ha saputo creare un'atmosfera davvero esaltante. Non so cosa avrei dato per giocare un po' di più¯. In effetti hai fatto giusto in tempo a partecipare alla festa. ®Fisicamente non sono ancora al cento per cento ma, visto come si erano messe le cose, speravo di entrare un po' prima. L'entusiasmo generale mi aveva caricato e giocare un derby è sempre un'emozione particolare. Comunque nessuna polemica: so che presto arriverà il mio momento e saprò sfruttarlo¯. Parola di schizzo. (stefano aravecchia)