Boxe. I programmi di Fabio Minelli Sparring partner sogna il tricolore


IL PUGILE modenese Fabio Minelli è a Pesaro per fare da sparring partner a Magi che il prossimo 20 marzo a Francoforte, sarà impegnato contro il fortissimo tedesco Mikalceswki che detiene le cinture mondiali dei mediomassimi dell'Ibf e del Wbo. Una buona occasione per il pugile della Nuova Accademia Pugilistica per acquisire ulteriore esperienza. Minelli ha 26 anni ed è il più giovane professionista italiano nella categoria dei mediomassimi. Per lui il'98 è un anno decisivo. Infatti, si potrebbero spalancare le porte del titolo italiano. La sua ultima prestazione contro Colombo è stata una piacevole sorpresa anche se i giudici lo hanno privato di una legittima vittoria. Il tempo per rifarsi non manca.di Nicola CalicchioUn vero e proprio ciclone si è abbattuto negli ultimi mesi sul mondo pugilistico, con incontri truccati o mai disputati. L'ultima polemica riguarda proprio Magi. Dopo diciotto mesi di assenza dal ring, è stato nominato sfidante mondiale del forte pugile tedesco. Ma Fabio Minelli assicura che Magi sta lavorando duramente per presentarsi al meglio all'incontro della vita. Il pugile gialloblù, facendo da sparring partner al più quotato avversario, guarda quasi con rabbia, alla rivincita con il campione italiano Sante Colombo. A Minelli il verdetto non è piaciuto anche perchè già un pareggio poteva stargli stretto. Probabilmente i giudici non hanno voluto ®sporcare¯ il curriculum di Colombo in un incontro senza titolo in palio. ®Stiamo cercando di allestire la rivincita a Modena - spiega Minelli - ma bisogna trovare alcuni sponsor per coprire le spese. Colombo ha chiesto una cifra quasi proibitiva probabilmente, non vuole concedermi la rivincita visto l'esito del primo match. Negli ultimi tempi sono sempre di meno le persone che investono soldi nella boxe, e questo è un vero peccato¯. Il mediomassimo della Nuova Accademia Pugilistica Modenese non demorde anche perchè il futuro è tutto suo. I suoi 26 anni sono una dote importantissima in una categoria, quella dei mediomassimi, dove reperire avversari è sempre un'impresa. Poco tempo fa aveva incrociato i guanti anche con Vincenzo Nardiello, ma il pugile romano aveva poi perso contro un altro tedesco. ®Bisogna combattere con più assiduità - ha concluso seccato Minelli - altrimenti tutto il lavoro svolto in palestra non serve a niente. Ho accettato di fare avanti e indietro Modena-Pesaro perchè l'esperienza con Magi mi sarà senz'altro utile in futuro. Spero che l'italiano si faccia onore contro Mikalceswki, un campione apprezzato in tutto il mondo, così verrebbe apprezzato anche il mio lavoro. Magi mi ha fatto i complimenti ed ha detto che sono un pugile concreto. Ma io spero di salire presto sul ring per dimostrare tutto il mio reale valore¯.