Mezzala, è figlio di Ramon... Turone E il Carpi ingaggia Turrone del Genoa


IL CARPI ha finalmente preso il centrocampista a luNgo richiesto da De Vecchi dopo la cessione di Landonio al Padova. Si tratta di Alessandro Turrone, centrocampista centrale del Genoa dell'ex diesse biancorosso Gianni Rosati e figlio d'arte. Suo padre è infatti il popolare Ramon che vestì le casacche di Milan, Genoa e Roma. Raggiunto l'accordo sulla parola con la società e il giocatore oggi ci sarà la firma del contratto.di Sergio MancusoIl Carpi ha preso Turrone dal Genoa. Finalmente è arrivato il centrocampista centrale chiesto da mister De Vecchi dopo la cessione di Landonio al Padova. Alessandro Turrone, che è nato a Genova il 4 agosto del 1974, lo scorso anno ha giocato nell'Avellino in C1, collezionando 24 presenze condite da due reti. La stagione precedente ha militato nel Genoa in B (21 presenze), dove è tornato quest'anno dopo la parentesi in terra irpina. Nella stagione in corso il centrocampista non ha tuttavia collezionato alcuna presenza. Turrone è figlio d'arte, anche se "sui generis". Suo padre, Ramon (ex Milan, Genoa e Roma), infatti di cognome fa Turone. Per un errore di trascrizione anagrafica Alessandro è diventato invece Turrone. E nonostante ripetuti ricorsi non è riuscito ad ottenere il reale cognome. Il Carpi ha raggiunto l'accordo con società e giocatore. Oggi la firma. Le ultime.. Per quello che riguarda la situazione infortunati alcuni problemi per De Simone, che ha riportato una distorsione alla caviglia durante il torneo di Viareggio, nel quale è tutt'ora impegnato Conti. Alfieri ha ripreso ad allenarsi, ma De Vecchi non ha ancora deciso in merito a un suo utilizzo contro il Como. Se si aggiungono le squalifiche di Pulga e Birarda, si può proprio dire che piove sul bagnato. Oggi, intanto, la truppa biancorossa affronterà in amichevole il Reggiolo di mister Galantini (lo scorso anno tecnico della Primavera del Carpi), squadra rivelazione del campionato di Cnd. La partita si giocherà allo stadio Cabassi (ore 15). Giudice. Squalificati per un turno Birarda e Pulga. Il Como, invece, non ha alcun giocatore fermato dal giudice. Arbitro. Carpi-Como è stata affidata a Francesco Benedetto di Messina, giacchetta nera al primo anno in C.