Fantastico con fuori programma I sassolini di Magalli e Carlucci in una serata di sorprese


ROMA - E' finita con un cammello, un fuori programma con profilattici - distribuiti da Gabriele Paolini a Magalli che replica: «Lo avesse usato tua mamma saremmo tutti più felici» (e Paolini ha fatto sapere che denuncerà Giancarlo Magalli) - tante belle donne in abito da gran gala, la platinata Milly Carlucci impegnata in un confronto ravvicinato con Valeria Marini, entrambe in pailettes rosse per far rivivere il mito di Marylin sulle note di «Diamonds are the girl's best friends». «Volevamo fare un omaggio alle bionde» - scherza Milly durante le prove - perché malgrado ciò che dicono le statistiche sulle preferenze maschili questo è il momento delle brune». Il bilancio - Mentre al Delle Vittorie fa capolino Katia Ricciarelli che di lì a poco si esibirà in «La Colombella» e in «Non ti scordar di me» - assistita dal suo segretario che le porta la stola di pelliccia firmata - Magalli e la Carlucci fanno il bilancio della stagione. E lanciano le ultime frecciate. «Siciliano? So che è il presidente della Rai perché l'ho letto sui giornali - dice il perfido Magalli - Non ho mai avuto l'onore di sentirlo. Non ce l'ho con la Rai che ho sentito teneramente affettuosa in questa circostanza ma che siano dovuti venire a chiedermi il favore, tre mesi dopo avermi dato la fregatura di "Domenica in", di condurre "Fantastico" è stata la mia rivincita». «Che dici Giancarlo? - interviene la Carlucci - non ricordi che è stato proprio grazie a Siciliano che siamo riusciti ad avere ospite qui Brad Pitt? E' stato lui a convincerlo». Qualcuno avverte il presidente: qualche ora dopo Siciliano telefonerà personalmente alla coppia dei conduttori per il tradizionale in bocca al lupo. «Non mi ricordo l'anno a cui dovrò fare da madrina - confessa la signora Baudo - peccato che non sia l'86: ho fatto "L'Otello" con Zeffirelli e ho sposato Pippo». Al Delle Vittorie fa il suo ingresso Valeria Marini. Mentre la Carlucci è ancora ben lontana dal trucco la Marini sparisce per l'opera di restauro già alle 18. Alla rinfusa sgattaiolano dentro il mitico tempio del varietà Orietta Berti, Masini, D'Angelo, Raffaella, Anna Falchi. Gli ultimi sassolini - Ma torniamo ai bilanci e alla «sfiga». Magalli e la Carlucci dicono di non temere altri intoppi. «Non abbiamo particolari riti per la finalissima», dicono in coro i due presentatori. A sipario calato Magalli e la Carlucci si tolgono gli ultimi sassolini. «Non ho mai pianto per Fantastico - confessa la Carlucci - Noi siamo artigiani non artisti». Bonolis prende tempo - Mentre cala il sipario su Fantastico 97 Bonolis si fa vivo. «Sono lusingato da tanta attenzione - dice il presentatore conteso tra Rai e Mediaset - deciderò solo tra 15 giorni il mio futuro. Pregiudiziale per le mie scelte sarà una sola cosa: la possibilità di non andare in onda tutti i giorni come capitato quest'anno tra "Tira e Molla" e "Beato tra le donne". Nulla so circa ipotetici incontri con Berlusconi: sono pronto in ogni caso a incontrare chiunque». Se Bonolis passerà alla Rai il prossimo Fantastico, che di sicuro non si chiamerà così, avrà tra poco il futuro conduttore.

Maria Berlinguer