Scomodo, allo Spin Time una nuova città che resiste. E un video denuncia tutti gli spazi abbandonati

video Fare spazio ai giovani negli spazi abbandonati e ridargli vita. È l'obiettivo dei giovani di Scomodo, la rivista che vuole rigenerare Roma attraverso cultura e partecipazione. L'ospedale San Giacomo in via del Corso, l'hotel Bidet a San Paolo, i Mercati generali a Testaccio e ancora la casa di cura San Giorgio, l'ex fiera di Roma e l'ex fabbrica della Penicillina in via Tiburtina, sono solo alcuni degli stabili in disuso video-censiti dal gruppo di ragazzi tra i 20 e i 30 anni che vogliono entrare a far parte a pieno titolo della città che resiste. Il progetto di rigenerazione urbana e rivoluzione culturale aperto a tutti inizierà nei 2000 metri quadri dei sotterranei di Spin Time, il centro culturale all'Esquilino: il secondo piano sottoterra sarà risistemato con l'aiuto di 40 architetti e artisti ma anche della cittadinanza: in via Statilia si terranno gli incontri ( già da venerdì) per dare il via a un progetto unico e inclusivo. E come dicono i ragazzi di Scomodo: "Questa è la città che resiste". di Marina De Ghantuz Cubbe, video di Scomodo

Tangenziale Oggi apre il nuovo sottopasso

article GUIDIZZOLO. Proseguono i lavori e le aperture di nuovi tratti di strada nel grande cantiere della tangenziale di Guidizzolo. Dopo il via libera per il nuovo rondò a Crocevia di Medole, oggi alle 16 apre il sottopasso. L’opera è stata realizzata per risolvere il problema dell’interferenza tra la n...

L.C.