Milano, il non-incontro tra Salvini e Di Maio. Il leghista: "Io, il marito, voglio andare avanti..."

video Gli interventi di Matteo Salvini e Luigi Di Maio all'assemblea nazionale di Confagricoltura erano stati programmati con un'ora di differenza e in molti si aspettavano un incontro, o comunque una stretta di mano, fra i due vicepremier del governo gialloverde. I rapporti tesi delle ultime settimane hanno però fatto saltare tutto. "Non credo incontrerò Salvini", aveva detto Di Maio, giunto alla Borsa di Milano. "Sì, assolutamente", aveva invece risposto il secondo. Alla fine, proprio durante le dichiarazioni alla stampa del leader leghista, Di Maio è uscito dal salone dove si svolgeva l'assemblea. E Salvini, con la platea a sua disposizione, ha esordito sibillino: "Il marito - intendendo evidentemente se stesso - vuole andare avanti nell'esperienza di governo". Di Andrea Lattanzi

Europee, Renzi: "Partita aperta, come semifinali di Champions League. Tempo di Salvini e Di Maio è finito"

video "Occhio a dare per scontate certe cose. Penso che la fase che stiamo vivendo in politica ricorda molto le ultime semifinali di Champions League: vedi la partita di andata e dici 'è fatta' - valeva per la partita del Barcellona come per quella dell'Ajax - e invece avete visto com'è finita...". Sono queste le parole con cui Matteo Renzi, a Roma alla manifestazione nazionale dei Millennials, fa una previsione sulle europee e sul momento politico in Italia ai giovani andati ad ascoltarlo a Villa Comadini. "Il tempo di Salvini e Di Maio è agli sgoccioli", aggiunge, "i populismi si stanno sgonfiando". "Quindi la partita è aperta, la semifinale è nelle nostre mani perché, al contrario loro, il nostro tempo non è finito".video Camilla Romana Bruno

Ultradestre a Milano, Di Maio: "Preoccupato, non vogliono bene all'Italia"

video Nel giorno della grande manifestazione milanese di Matteo Salvini con gli altri partiti sovranisti europei, il ministro del Lavoro Luigi Di Maio, anch'egli a Milano per un convegno di Confagricoltura, critica la scelta del partner di governo di avvicinarsi a quelle che chiama "le ultradestre europee". "In Italia non se ne sentiva la mancanza non solo per la loro deriva ideologica - ha detto Di Maio - ma anche perché sono queste ultradestre che hanno obbligato l'Italia all'austerity e l'hanno trasformata nel campo profughi d'Europa". "Non vogliono bene all'Italia e - ha concluso - non ne abbiamo bisogno". Video di Andrea Lattanzi

Tangenti in Lombardia, Zingaretti (Pd): "Politica faccia piazza pulita, Di Maio un ipocrita"

video "Io non farò mai come i Cinque Stelle, che quando gli indagati sono i loro, sono garantisti e cambiano i regolamenti, quando invece sono gli avversari diventamo giustizialisti. E Di Maio è un ipocrita perché i principali indagati in questo ultimo periodo sono i suoi alleati della Lega". Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, a margine di un incontro a Milano, parlando della maxi-inchiesta per corruzione che ha travolto la politica lombarda e che ha visto l’arresto del sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, accusato dalla procura di Busto Arsizio di turbata libertà degli incanti e corruzione elettorale. di Edoardo Bianchi

Europee, Zingaretti attacca Lega-M5s: "Il governo dell'inciucio è ridicolo e il costo lo pagano gli italiani"

video "C’è un egoismo partitico insopportabile. Di quel governo del contratto è rimasto solo l’inciucio, non hanno più idee e si insultano tutti i giorni". Così il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, attacca l’attuale governo a margine di un evento a Milano a pochi giorni dal voto per le europee. "Sono ottimista perché Di Maio e Salvini all’improvviso sono diventati nervosi e sanno che queste europee le vince il Partito Democratico” ha concluso Zingaretti. Video di Edoardo Bianchi

Zingaretti a Di Maio: "Noi saremmo tangentopoli bis? Stupidaggini. Devo fare elenco dei 5S indagati?"

video "Di Maio ha detto è proprio una cosa stupida". È con queste parole che il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, a margine di una conferenza stampa alla Corte di Appello di Roma, liquida le affermazioni del leader M5S secondo il quale il 26 maggio, alle elezioni europee, la scelta sarà tra il Movimento e la tangentopoli bis. "Queste affermazioni dovrebbero portare me a parlare di tutte le indagini che hanno riguardato esponenti M5s, a partire dai sindaci", insiste Zingaretti. E sostiene che "la giustizia di partito non è giustizia, ma è polemica elettorale. Di Maio - ha proseguito - punta solo a catturare con l'emotività il consenso delle persone anche con enormi contraddizioni, come quando contesta Salvini, alleato con i neonazisti, però poi gli permette con i voti di fare il ministro dell'Interno". Video di Camilla Romana Bruno

Tangenti e appalti, Di Maio: "In Italia c'è un'emergenza corruzione enorme"

video "C'è un'emergenza corruzione enorme in questo Paese. Una tangentopoli bis emerge dalle inchieste che si stanno susseguendo ormai ogni giorno nelle ultime tre settimane". Così Luigi Di Maio parlando a margine di un'iniziativa a Firenze in vista delle elezioni europee del 26 maggio. Per il vicepremier gli argini non possono essere solo le leggi, "ma anche comportamenti e atteggiamenti politici diversi". Per questo, ha concluso, alle Europee "la scelta è tra noi e la Tangentopoli bis", ha concluso il ministro dello Sviluppo economico.

Radio Radicale, Giachetti annuncia lo sciopero della sete: "Gesto estremo, salvatela"

video Roberto Giachetti inizierà lo sciopero della sete per Radio Radicale a mezzanotte: "In questi mesi abbiamo fatto di tutto per consentire alla radio di svolgere servizio pubblico. La vita della radio è prossima alla fine, io sono stato in disparte finora, ma ora mi assumo la responsabilità di procedere con lo sciopero della sete. Abbiamo fatto di tutto". Il deputato Pd fa un appello a Di Maio e Salvini: "Ci sono rimasti 2 treni, il dl crescita e lo sblocca cantieri dove presentare un emendamento che garantisca i 5 milioni di euro alla radio che sono stati tagliati". Video di Cristina Pantaleoni

Governo, botta e risposta a distanza Salvini-Di Maio: "Tutti rispettano parola". Di Maio: "Si facciano riunioni"

video Entrambi a Roma, ma in luoghi diversi, i due vicepremier non si risparmiano frecciate. "Non userò le elezioni europee per un rimpasto di governo - ha detto Matteo Salvini dall'assemblea di Rete Imprese Italia - ma mi aspetto che tutti, come la Lega ha fatto su altri provvedimenti, mantengano la parola data". E non tarda ad arrivare, poche ore dopo, la risposta di Luigi Di Maio dal Mise, a margine del tavolo sulla famiglia: "Se si fanno i vertici di governo a vari livelli, magari si risolvono un po' di problemi. Sulla riforma della giustizia, per esempio, sono giorni che il ministro Bonafede chiede di incontrare la Lega ma la riunione è saltata già due volte". Video di Camilla Romana Bruno

Governo, Giorgetti: "Ci sarà momento di incontrarsi e litigare, per andare avanti serve condivisione"

video "Il governo per andare avanti ha bisogno di momenti di condivisione". Così Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. "La campagna elettorale non aiuta e spero che arrivi presto il 26 maggio. Le proposte sul tavolo per essere approvate devono essere prima digerite, come abbiamo fatto noi con il reddito di cittadinanza". E parlando di Salvini e Di Maio ha aggiunto: "Ci si incontra, si litiga come nelle migliori famiglie. Verrà il tempo in cui si incontreranno e litigheranno. E sarà un bene. Litigare via tweet senza incontrarsi non serve a niente". Video di Cristina Pantaleoni

Europee, Di Maio contesta Salvini: "È incoerente, parla contro l'austerity ma si allea con Juncker"

video "È un po' singolare vedere la Lega che si va ad alleare con Juncker, cioè con quelli che hanno rappresentato in questi anni l'austerity". È questa la risposta del vicepremier Luigi Di Maio alle affermazioni sullo spread di Matteo Salvini, che insiste con la volontà di sforare il vincolo europeo del 3 per cento del rapporto deficit-Pil. "Il nuovo fronte che sta nascendo - continua Di Maio - vede la Lega con il Partito popolare, quindi Juncker con i nuovi sovranisti. In questi anni queste forze hanno tagliato gli aiuti a famiglie e welfare e hanno voluto la legge Fornero: guardare a quella idea di politica è un po' incoerente e ho tutto il diritto a dirlo, come leader del Movimento 5 Stelle". Video di Camilla Romana Bruno

Prodi: "Berlusconi durò 20 anni, Salvini quante felpe ha ancora?"

video "Ma quante felpe può portare Salvini?" a chiederselo è un ironico Romano Prodi, intervenuto nel corso della presentazione, alla Feltrinelli di Bologna, del libro "Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua" di Filippo Ceccarelli. Ad andare in scena è una fine analisi politica, dalla prima Repubblica ad oggi, a confrontarsi davanti ad un tavolo oltre all'autore del libro, il direttore di Qn Michele Brambrilla, il vescovo di Bologna monsignor Matteo Zuppi e l'ex presidente del consiglio Romano Prodi. Durante il dibattito l'ex premier racconta aneddoti e battute: "Salvini e Di Maio cambiano spesso fidanzate? Beh lo faceva anche Berlusconi". di Valerio Lo Muzio

Prodi: "Berlusconi durò 20 anni, Salvini quante felpe può portare?"

video "Ma quante felpe può portare Salvini?" a chiederselo è un ironico Romano Prodi, intervenuto nel corso della presentazione, alla Feltrinelli di Bologna, del libro "Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua" di Filippo Ceccarelli. Ad andare in scena è una fine analisi politica, dalla prima Repubblica ad oggi, a confrontarsi davanti ad un tavolo oltre all'autore del libro, il direttore di Qn Michele Brambrilla, il vescovo di Bologna monsignor Matteo Zuppi e l'ex presidente del consiglio Romano Prodi. Durante il dibattito l'ex premier racconta aneddoti e battute: "Salvini e Di Maio cambiano spesso fidanzate? Beh lo faceva anche Berlusconi".di Valerio Lo Muzio

Dalla foto col mitra a Siri, Di Maio attacca Salvini: "La Lega è cambiata, serve vertice di Governo"

video Le tensioni per la revoca delle deleghe a Siri, la foto pubblicata il giorno di Pasqua in cui Salvini imbraccia un mitra fino alle autonomie e al clima di tensione alimentato con Casapound. A due settimane dalle elezioni europee non si placa il confronto a distanza tra Di Maio e il vicepremier leghista su tutti i temi della cronaca italiana. Il capo del M5s torna a elencarli durante la conferenza stampa organizzata al Senato per presentare le misure per cambiare i criteri di nomina dei dirigenti sanitari. "Da 4 mesi qualcosa è cambiato nella Lega. Un vertice di governo? Salvini non lo vuole fare. L'ho chiesto al presidente del Consiglio, l'ho chiesto al segretario della Lega, io sono disponibile, ma non si può procedere se non si fanno i vertici di governo per dirimere i nodi, come abbiamo sempre fatto" video di Cristina Pantaleoni

Caltanissetta, Di Maio: "Siamo argine a inciuci e follie di ultra destra"

video "Dove non vince il Movimento 5 stelle vincono accozzaglie come è successo a Gela dove ci sono Pd e Forza Italia assieme. Votare per noi significa garantire che le devianze della politica, che siano gli inciuci o le follie di ultra destra, saranno arginate". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a Caltanissetta dove è arrivato per festeggiare la vittoria alle amministrative. di Giorgio Ruta

Caltanissetta, Di Maio: "Le nostre sono piazze pacifiche perché dal palco non alimentiamo scontri"

video "Sembra di esser tornati in alcuni casi agli anni '70. Non voglio alimentare questo scontro ideologico, non fa bene al Paese", ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a Caltanissetta per festeggiare la vittoria del M5s al ballottaggio delle amministrative. "Queste sono piazze pacifiche perché non abbiamo mai alimentato scontri dal palco, ma incontri", dice a margine del comizio, puntando il dito contro la Lega. Video di Giorgio Ruta

Salvini attacca Di Maio su telefonate a Forza Italia: "Non siamo all'asilo Mariuccia"

video Il vicepremier Matteo Salvini da Milano attacca il suo collega di governo Luigi Di Maio: "Berlusconi l'ho sentito per fargli gli auguri di buona salute, spero che Di Maio non polemizzi anche quando qualcuno augura in bocca al lupo a uno che è ricoverato in ospedale, perché altrimenti saremmo veramente all'asilo Mariuccia”. Di Maio aveva chiesto alla Lega di smentire le telefonate con Forza Italia. Sui 60 migranti morti in un naufragio in Tunisia Salvini dice: “Certo che sono dispiaciuto ma più ne partono e più ne muoiono. Se qualcuno sostiene che aiutare l’immigrazione clandestina non sia un reato, è complice di queste morti”.

Decreto Sicurezza, Di Maio: "Deluso, non c'è niente sui rimpatri. Non vorrei fosse copertura caso Siri"

video "Non vorrei che il decreto sicurezza fosse l'ennesima iniziativa per coprire il caso Siri e per coprire quello che è successo sulla corruzione in queste tre settimane". È questo il commento espresso dal vicepremier Luigi Di Maio, al Forum delle associazioni familiari a Roma, sulle novità circolate circa un decreto sicurezza bis. Il provvedimento potenzierebbe i poteri del ministro dell'Interno circa il transito nelle acque territoriali (oggi in capo al ministero dei Trasporti) e prevederebbe pene pecuniarie pesantissime per chi soccorre migranti in mare violando le norme Sar. "Il punto vero sono i rimpatri - ribadisce Di Maio -, e su questo sono molto deluso da Salvini. Scrivere una lettera al ministro degli Esteri e al presidente del Consiglio sui rimpatri mi sembra un'iniziativa ingiusta. Noi siamo pronti a dare una mano ma non può essere sempre colpa degli altri". Poi aggiunge: "Il lavoro da fare adesso e sui trattati internazionali per le redistribuzioni dei migranti e per fare questo allearsi con Orban è la cosa peggiore che si possa fare". di Camilla Romana Bruno