Senza Titolo

MANTOVA. Nelle partite del weekend della quinta di ritorno sono arrivate sorprese. Su tutte la Cavrianese, che conferma di aver trovato la propria dimensione in questi ultimi due mesi. Bellissima prestazione di forza e carattere contro un avversario sicuramente più quotato come il Cremolino. Il risultato finale recita 2-1 (parziali 6-2, 5-6, tie break 8-6). Due punti pesanti per il team del presidente Oscar Tondini, vicinissimo ad aggiudicarsi l'intera posta in palio sulla situazione nel secondo set di 5-4 e 40-15. Inoltre, in attesa del derby Guidizzolo-Castellaro di mercoledì, scavalca i cugini del presidente Bertasi in classifica, fresco di definitivo addio con Bruno Tommasi in panchina. A Medole il Ceresara riprende la propria corsa tornando alla vittoria sul Cereta fanalino di coda. I ragazzi di Claudio Grandelli tornano ai tre punti dopo quattro stop consecutivi grazie ad un match privo di sbavature. A niente sono valsi i tentativi dei voltesi del dt Crotti, ormai destinati a fondo classifica. Venerdì sera il Solferino ha subito una brutta battuta d'arresto sullo sferisterio di casa contro l'Arcene. Tanti meriti ai bergamaschi, in palla soprattutto col giovane trio Weber, Lorenzo ed Enrico Bertagna, ma la compagine di Mario Spazzini sembra la brutta copia di quella vista finora. Tra tutti si salva il solo Gozzellino. Terzini davanti troppo fallosi e i veterani dietro non riescono ad imporre il proprio gioco. Per i virgiliani il discorso scudetto si complica tremendamente. --Lu.Fe. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI