Assolti dopo il blitz i due imprenditori finiti sotto accusa

Ai primi di giugno i carabinieri della stazione di Guidizzolo insieme ai colleghi di Piubega e al nucleo carabinieri Ispettorato del lavoro avevano arrestato una 44enne ed un 34enne di nazionalità cinese in qualità di gestori un laboratorio tessile di Medole. Durante il controllo svolto all'interno del laboratorio, i militari avevano identificato otto lavoratori e quattro di questi erano risultati senza permesso di soggiorno. L'accusa nei confronti degli arrestati era quella di avere tratto ingiusto profitto favorendo la permanenza nel territorio italiano di cittadini stranieri. I due erano inoltre ritenuti responsabili del reato di sfruttamento della manodopera clandestina, di caporalato. Ieri, però, il giudice Arianna Busato ha assolto i due imputati, Wang Jin e Chen Shoqing, entrambi ai domiciliari, quest'ultima difesa dall'avvocato Fabio Madella. Il pm aveva chiesto una pena di 7 anni e 6mila euro di multa. Disposta l'immediata liberazione. Nei prossimi 45 giorni le motivazioni della sentenza.