«La sicurezza resti prioritaria» Confronto sullo scout speed

ASOLA. A seguito della presa di posizione del sindaco di Asola, Giordano Busi, riguardo la sospensione dell'utilizzo dell'autovelox scout speed sul territorio asolano, varie sono state le reazioni sia dell'opposizione locale che degli altri paesi inseriti con Asola nella convenzione per la gestione in forma associata della polizia locale.«Noi siamo in attesa della convocazione dei sindaci, quello sarà il luogo più opportuno per parlare dell'argomento. Per quanto riguarda Gazoldo, noi abbiamo la necessità di rispondere ad un'esigenza del territorio, determinate richieste che ci vengono fatte dai cittadini e che vediamo anche noi stessi in qualità di amministrazione - ha risposto il primo cittadino di Gazoldo degli Ippoliti, Nicola Leoni - Noi alla polizia abbiamo chiesto soluzioni per cercare di far fronte in particolare al problema dell'alta velocità che riscontriamo sul nostro territorio. L'amministrazione cerca di individuare i problemi supportata dai propri uffici, cercando di gestire le segnalazioni che arrivano dai cittadini e trovare una soluzione. Il nostro territorio è attraversato da due provinciali, quando a suo tempo era arrivata la proposta di utilizzare questo mezzo noi abbiamo accettato, sempre per quel punto fermo che è la sicurezza, soluzioni che rendano meno pericoloso il transito sulle nostre strade. Vero è che noi riscontriamo soprattutto in orari serali e notturni, ma anche durante tutto il giorno, velocità sostenute di alcuni veicoli. Faremo sicuramente leva anche sul senso civico e per far fronte al problema sarà nostra priorità anche educare e fare prevenzione».«A riguardo, noi dobbiamo ancora prendere una decisione. Il comandante Quatti mi aveva fatto presente che vi era la possibilità che il sindaco Busi, se fosse stato eletto, avrebbe sospeso l'utilizzo dello scout speed sul suo territorio e che dovevamo pensare a come agire - ha commentato invece Cristina Maria Zinetti, nuovo sindaco di Piubega - Io avrei un'idea a riguardo, quella di utilizzarlo, ma non in modo itinerante bensì in forma segnalata, fissa. Si decide l'intervento sul territorio e poi si avviano le procedure. Questa è la richiesta che farò anche alla riunione dei sindaci. Sul nostro territorio, se non erro, penso che con la passata amministrazione ci siano stati interventi con lo scout speed abbastanza contestati».Per quanto riguarda l'opposizione asolana a parlare è la consigliera Francesca Zaltieri che commenta così: «Il sindaco Busi è libero di attuare ciò che ritiene più necessario, la sperimentazione della sospensione dello scout speed potrebbe risultare interessante. Non dimentichiamoci però che ci dovrà essere una adeguata attenzione al rispetto dei limiti di velocità, la sicurezza dei cittadini viene prima di tutto». Nessun commento invece da parte dell'ex sindaco Raffaele Favalli. --Valentina Gobbi