Il Vinitaly al via con sette premi per le bottiglie a "cinque stelle"

Luca GhirardiniSette vini mantovani hanno ottenuto la qualifica "5 stelle" al concorso enologico del Vinitaly 2019, la fiera che comincia oggi a Verona per concludersi mercoledì. Le cantine premiate potranno inserire in etichetta la dicitura "5 star wine" e verranno inserite nell'apposita guida che verrà pubblicata e distribuita. Nella lista "5 stelle" compaiono tutte le bottiglie che il gruppo di degustazione ha giudicato col punteggio di almeno 90/100. Come miglior vino italiano è stato scelto il Barolo docg Terlo Riserva 2013 della cantina "L'Astemia Pentita" di Barolo, con 96/100. Cantina dell'anno, invece, è la Cantine Antonio Mazzella di Ischia, produttrice anche del migliore vino bianco, l'Ischia doc Biancolella "Vigna del Lume" 2018, con 95/100. Miglior vino rosato è il Cerasuolo d'Abruzzo dop Hedòs 2018 della Cantina Tollo di Tollo (Chieti) con 92/100; miglior vino rosso (a parte il vincitore assoluto) è Isola dei Nuraghi igt rosso Serranu 2015 della Cantina Tani di Monti (Sassari) con 95/100; miglior vino dolce è il Passito di Pantelleria doc Ben Ryé della Donnafugata di Marsala, con 95/100; miglior vino frizzante è il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro dop Frizzante secco Vini del Re 2018 della Cantina Settecani Castelvetro con 94/100; miglior vino spumante è il Lessini Durello doc Spumante Brut Settecento33 della Cantina di Soave con 93/100.Ed eccoci ai vini mantovani. Il migliore in assoluto è un bianco: il Garda dop Chardonnay 2018 della Cantina Colli Morenici di Ponti sul Mincio, che ha ottenuto la valutazione di 92/100. A quota 91/100 troviamo un vino ormai abbonato ai premi: l'Alto Mincio igt bianco passito Le Cime 2017 dell'azienda Ricchi di Monzambano, di proprietà dei fratelli Stefanoni. A 90/100, invece, una serie di tre Lambrusco. C'è il Lambrusco Mantovano doc frizzante Rays 2018 dell'azienda agricola Montaldo di Volta Mantovana, di proprietà dei Virgili, un'etichetta che lo scorso anno aveva conquistato il titolo di miglior vino frizzante italiano; troviamo poi il Lambrusco Mantovano dop frizzante Rosso della Signoria 2018 della Cantina sociale di Gonzaga; e il Lambrusco Mantovano dop frizzante secco 46 - Corte del Poggio della Cantina di Carpi e Sorbara. Chiude l'elenco un altro vino che ha già ottenuto riconoscimenti, il Provincia di Mantova igt bianco Le Falme 2017 della Gozzi di Olfino di Monzambano.Il settimo vino premiato è ancora un Lambrusco, ma è inserito tra i cosiddetti "Wine without walls" e appartiene alla categoria dei vini con solfiti aggiunti ma con quantità totale di solfiti non superiore a 80 mg/l: con 90/100 è il Lambrusco Mantovano doc frizzante vino biologico Della Signoria 2018 della Cantina sociale di Gonzaga.Infine, il premio al packaging: etichetta d'oro nella sua categoria al Provincia di Mantova igp Lambrusco frizzante del Viadanese della Oinoe di Traversetolo. --