Investito da un'auto, finisce nel fosso e muore

POGGIO RUSCOUn uomo di 54 anni di Villa Poma è morto ieri sera dopo essere stato investito da un'auto. L'uomo, di cui al momento di andare in stampa non erano state rese note le generalità, stava camminando lungo via Pavesa, la strada che dalla frazione di Quattrocase porta verso Magnacavallo. Accanto a lui camminava la moglie. La conducente dell'auto, una donna di Magnacavallo, nel buio non ha distinto i due pedoni. La moglie si è salvata, mentre il marito è stato travolto. Un urto molto violento, in seguito al quale l'uomo è finito nel fossato che costeggia la strada. Senza risultato i soccorsi: le lesioni riportate erano troppo gravi e ai sanitari non è restato che constatarne il decesso.Sotto choc la conducente della Lancia Y. L'incidente è avvenuto alle otto e mezza. La coppia, di origine cinese, era andata a fare una passeggiata e stava rientrando verso casa. Era già buio e l'automobilista, che stava viaggiando in direzione di Magnacavallo, non si è accorta delle due sagome che camminavano lungo il ciglio della strada. Se li è trovati davanti troppo tardi per riuscire a sterzare. L'uomo era a sinistra, verso il centro della strada, mentre la moglie camminava al suo fianco a destra. L'auto lo ha centrato in pieno. Il 54enne è volato sopra il parabrezza della Lancia, sfondandolo completamente con la testa e poi per la violenza dell'impatto è stato sbalzato nel fosso. L'automobilista ha chiamato immediatamente i soccorsi: a Quattrocase sono arrivate l'automedica da Mirandola e l'ambulanza del Soccorso Azzurro. L'uomo giaceva esanime nel fosso, con il volto ricoperto di sangue. Vista la gravità della situazione, e sperando che fosse ancora vivo, è stato allertato l'elisoccorso che è decollato dall'ospedale Civile di Brescia. Dopo pochi minuti però, constatato che per il 54enne non c'era più nulla da fare, il velivolo è stato fatto rientrare.Sul luogo dell'incidente nel frattempo è arrivata una pattuglia dei carabinieri della stazione di Magnacavallo. Hanno ascoltato l'automobilista, molto scossa, e la moglie della vittima. Le due versioni dei fatti erano assolutamente identiche. La salma, dopo l'ok del magistrato, è stata portata alle camere mortuarie, mentre l'automobile è stata posta sotto sequestro. --G.P. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI