Senza Titolo

È uscito nelle settimane scorse "FUOCOFuochino" numero cinque. Tra antologia e rivista letteraria, raccoglie in 220 pagine i testi delle ultime pubblicazioni della casa editrice viadanese: «la più povera al mondo», come la stessa si autodefinisce con ironia. Ogni opuscolo del catalogo FUOCOfuochino contiene un breve testo inedito originale, sovente donato al direttore artistico Afro Somenzari in segno di amicizia. Tali testi - oltre centosettanta quelli pubblicati in quasi sei anni - sono fotocopiati in venti esemplari, denominati "Prova dell'editore", in formato 14,8x21 centimetri; otto il numero massimo di pagine interne. Undici copie sono spedite agli amici, «sempre quelli, giusto per vessarli quel tanto che basta»; mentre le altre sono destinate al pubblico. I contenuti - aforismi, brevi racconti, limerick, ricordi, fole, manualetti, poesie, riflessioni, interviste, strafalcioni, odi e decaloghi - sono accomunati da un senso di leggerezza e transitorietà.La quinta raccolta presenta contributi di, tra gli altri, Frediano Sessi, Roberto Freak Antoni, Otello Sarzi, Elia Malagò, Alessandro Zaccuri, Simonetta Bitasi, Guido Conti. Prefazione di Patrizia Sardo Marras, tavole di Lucia Pescador.L'antologia è stampata dalle Arti Grafiche Castello di Viadana, e distribuita dalla mantovana Corraini. Sul sito internet fuocofuochino.it è possibile sfogliare il libro online, e scoprire molte altre notizie su questa curiosa avventura intellettuale. È uscito intanto anche "FUOCOfuochino overture", il numero di gennaio 2018: "Democrazia liberatoria. Aforismi senza prescrizione" dello storico dell'arte Miklos N. Varga, con premessa dell'editore; e "Sorelle d'Italia" del saggista e traduttore Antonio Castronuovo, con premessa di Decio Barile.Riccardo Negri