Evade Iva per 300mila euro: condannato

CASTIGLIONE DELLE STIVIEREUn anno di reclusione e un sequestro di beni per un valore di circa 300mila euro, corrispondente all'Iva non versata allo Stato. A finire nei guai per evasione fiscale Enrico Farina, legale rappresentante della società "Cavour snc di Farina Enrico & Co", con sede a Castiglione delle Stiviere in via Cesare Battisti. I fatti contestati risalgono al 30 dicembre di sei anni fa, termine ultimo per la dichiarazione dei redditi relativi al 2010. Dalle indagini effettuate dalla Guardia di Finanza è emerso che Farina non ha dichiarato redditi per 1 milione e 790mila euro evadendo 300mila euro di Imposta sul valore aggiunto. Oltre alla condanna a un anno di reclusione all'imprenditore sono state inflitte altre pene accessorie che ne impediscono l'attività per un certo periodo di anni anche nell'ambito della pubblica amministrazione. Inoltre, come già accennato, nei suoi confronti è stato disposto il sequestro di beni per oltre trecentomila euro.La società, guidata all'epoca da Farina, e che ora non è più attiva, si occupava di commercio al dettaglio di materiali da costruzione, ceramiche e piastrelle.L'articolo 5 della legge numero 74 del 2000, a partire dal 2015, inasprisce il periodo di reclusione per coloro che non versano le ritenute per un importo superiore a 50mila euro, prevedendo la reclusione da uno a tre anni. Inasprimento che è stato applicato dal giudice per la consistenza dell'evasione fiscale. La sentenza è stata emessa ieri mattina dal giudice Giuditta Silvestrini. A rappresentare la pubblica accusa invece il sostituto procuratore Giulio Tamburini. (gol)