Aqua in crisi, tagliate due persone in filiale

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE Colpisce anche Castiglione delle Stiviere la crisi di un'azienda della meccanica reggiana, la Aqua Spa di San Martino in Rio. L'azienda ha presentato un duro piano di contenimento dei costi, che prevede il licenziamento in tronco di 45 persone, un terzo della forza lavoro attiva nelle sei filiali italiane. L'azienda, la cui maggioranza è nelle mani del Ccfs - la cassaforte nazionale della cooperazione rossa con sede a Reggio Emilia - ha circa 140 dipendenti. I licenziamenti presentati pochi giorni fa prevedono il taglio di 31 posti di lavoro nella sede principale, suddivisa tra San Martino e Correggio ed un paio a Castiglione delle Stiviere. L'azienda si è specializzata negli anni nel settore della depurazione domestica e industriale, espandendo poi l'attività verso i dosatori di prodotti chimici, giungendo poi alla produzione di accessori per piscine e centri wellness, diversificando sino alla produzione di erba sintetica per impianti sportivi. La comunicazione dei licenziamenti è giunta ai lavoratori facendo scattare l'intervento dei sindacati, i quali al momento sono riusciti a bloccare gli esuberi. Il tavolo di confronto sta portando alla valutazione di un periodo ponte di almeno un anno, coperto dalla cassa straordinaria per tutti i lavoratori. Nel frattempo, l'azienda dovrebbe acconsentire all'apertura della mobilità volontaria ed incentivata.