Baratto amministrativo La novità a Villimpenta

VILLIMPENTA L'amministrazione comunale di Villimpenta sta valutando l'introduzione del baratto amministrativo. In pratica con il Decreto "Sblocca Italia", i comuni possono deliberare riduzioni o esenzioni di tributi a fronte di interventi per la riqualificazione del territorio, da parte di cittadini singoli o associati. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l'abbellimento di aree verdi, piazze, strade, interventi di decoro urbano, recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzabili, e in genere la valorizzazione di una zona del territorio urbano o extraurbano. Il baratto amministrativo può essere applicato al pagamento di tasse comunali, quali la Tari, la Tasi o l'Imu di anni precedenti iscritti a ruolo e non ancora regolarizzati, ovviamente il requisito fondamentale per accedere al bando, sarà determinato dalla presentazione del reddito ai fini Isee. «Il baratto amministrativo porterà benefici per entrambi le parti - confida il sindaco, Simone Zaghini - in quanto i cittadini in difficoltà avranno la possibilità di saldare o ridurre i propri debiti e l'amministrazione comunale potrà giovare di lavoratori in un periodo critico per i comuni». (r. a.)