Nuovo premio alla Vo Grande

Dopo i riconoscimenti per la qualità del Parmigiano-Reggiano, per la latteria "Vo Grande" di Pegognaga mancava la vittoria nel concorso "Il palio del Re". Questo trofeo di stampo medievale, è stato conquistato dopo una gara fra cinque latterie delle zona di produzione del Parmigiano Reggiano. Lo scopo della manifestazione è di ribadire che nella zona di produzione il territorio e la biodiversità sono una ricchezza e i tre milioni di forme prodotte annualmente nell'area del Consorzio non sono tutti uguali. Il concorso era centrato sull'esame dei parametri di gusto, profumo, colore e consistenza di cinque forme di Parmigiano-Reggiano stagionate 29 mesi, quindi prodotte nel dicembre 2012, selezionate e provenienti da altrettanti caseifici o latterie delle province che fanno parte del Consorzio. Oltre all'Oltrepò mantovano rappresentato dalla "Vo Grande" guidata dal presidente Luigi Panarelli, alla gara hanno partecipato il caseificio Sant'Angelo di San Giovanni in Persiceto (Bo); il caseificio Dismano di Castellucchio Montese (Mo); la latteria Santo Stefano di Montechiarugolo (Pr); la latteria Nuova di Bibbiano (Re). Davanti alle telecamere e dopo il taglio dello spicchio da ciascuna forma da parte del casaro, la giuria ha proceduto al confronto e alla valutazione del formaggio. Soddisfatti della conquista del "Palio del Re" si sono dichiarati il casaro Taffurelli, quale riconoscimento ad una lunga e prestigiosa carriera, mentre il presidente Panarelli non ha mancato di sottolineare il suo personale orgoglio. (v.n.)