Roncoferraro, numeri e tracce per ricordare la Shoah

In Corte Grande a Roncoferraro, martedì 27 gli studenti delle medie hanno proposto una performance dinamico-visuale "Numeri e tracce", come momento di riflessione e ricordo della Shoah. Con la guida dell'insegnante Raffaella Garosi, l'atto è diventato discorso, interazione di elementi: un marchio sulla pelle (indelebile), un'azione alienata (inutile), frasi di identità (persone uccise), voci e musica. Mercoledì 28, nell'aula magna della scuola, gli alunni hanno intervistato Remo Alessi, presidente della locale Associazione combattenti e reduci, sopravvissuto al lager di Buchenwald. Infine ieri (visita prevista anche giovedì) le classi terze hanno visitato il Museo del Deportato politico e razziale di Carpi.