I riti in Santa Barbara Scoperto e pubblicato il cerimoniale del '600

Domani alle 17 nella basilica di Santa Barbara, sarà presentato "Il Cappellano maggiore" da Rodolfo Signorini, curatore dell'opera, dall'editore Nicola Sometti e da Pietro Moretti, presidente della Fondazione banca popolare agricola di Poggio Rusco, che ha pubblicato l'opera per celebrare i suoi 25 anni. Si tratta del Cerimoniale della Cappella Palatina di Santa Barbara in Mantova (1682-27 maggio 1699), scritto da Lodovico Franchetti. Il primo volume è la riproduzione dell'originale manoscritto: l'arcidiacono Franchetti vi aveva riportato i cerimoniali delle funzioni religiose della basilica compresa nel palazzo Ducale dei Gonzaga, annotando con precisione le complesse e sfarzose liturgie. Rodolfo Signorini, nel secondo volume, lo ha trascritto con estremo rigore filologico, inserendo belle immagini di Santa Barbara e ritratti dei duchi e delle mogli. Il manoscritto, che si credeva perduto, è proprietà di un privato mantovano ed è stato così recuperato diventando preziosa fonte di studio.