La figlia del militare: «Italia mi fai schifo»

La rabbia di Giulia esplode quando sa che suo padre è stato colpito da un'ischemia cerebrale: «Italia di merda, mi fai schifo», scrive su Facebook la figlia del fuciliere Massimiliano Latorre. È lei stessa a dire agli internauti cosa è successo realmente a suo padre, mentre tutti si chiedono quale sia il malore da cui è stato colpito l'altra notte. Le voci si rincorrono e Giulia scrive: «Mio padre ha l'ischemia. Purtroppo le belle notizie non ci sono mai, solo notizie del ****». Giulia, 20 anni (nella foto il suo profilo Fb), si lascia andare a uno sfogo pubblicando post che poi, di volta in volta, modificherà. Ora «con questo problema» mio padre «deve restare molto là, mentre dite sempre le stesse cazzate, che lo porterete qui in Italia?» scrive sul social aggiungendo: «Voi, Italia di merda, fateli stare lì un altro po'! Vi preoccupate di portare qui gli immigrati che bucano le ruote perché vogliono soldi, e non vi preoccupate dei vostri fratelli che combattono per voi e alcuni perdono la vita. Italia mi fai schifo». Le sue parole non restano inascoltate e pur trovando molti sostenitori che ritengono i fucilieri «due eroi», sono tanti anche quelli che, «comprendendo lo stato d'animo della figlia», definiscono i marò «assassini che hanno ammazzato due pescatori innocenti». Per Giulia si tratta di «offese» fatte da un «popolo ignorante». Poi, per interrompere la spirale anti-marò improvvisata sul web, Giulia minaccia di denunciare «chiunque», d'ora in avanti, «disprezzi e offenda mio padre». Intanto, le ore passano e cresce l'attesa per le condizioni di salute di Max. Fino a quando su Fb Giulia torna a sorridere annunciando che suo padre le ha telefonato, per dirle «che sta meglio» e la «ama».