Adescò tredicenne Ora ai domiciliari

Arresti domiciliari per Enrico Orsi, l'impiegato 43nne di Sesto San Giovanni che, tramite chat aveva adescato una ragazzina di tredici anni, convincendola ad avere con lui un rapporto sessuale. L'uomo è stato "pizzicato" dai carabinieri di Castel Goffredo nel parcheggio del Lidl, insospettiti dalla presenza di quell'unica auto dove di solito soltanto i camion in attesa di scaricare la merce nel supermercato. Quando i militari si sono avvicinati e hanno chiesto i documenti all'impiegato, quest'ultimo s'è affrettato a rispondere che con la ragazzina aveva soltanto un rapporto d'amicizia. Ma la tredicenne, in caserma, sentita da un carabiniere donna, ha raccontato tutto. E per l'impiegato, sposato con un figlio, sono scattate le manette per tentata violenza sessuale. Dopo la convalida dell'arresto, il giudice ha deciso di metterlo ai domiciliari. È successo martedì pomeriggio. Nel computer portatile dell'uomo i carabinieri hanno trovato l'infinita serie di messaggi che i due si scambiavano: oltre trecento al giorno. L'ultimo quello dell'appuntamento, dove la promessa era quella di consumare un rapporto sessuale. La ragazzina, nel frattempo, è stata affidate alle cure di uno psicologo. La relazione è andata vanti per un anno ma i genitori della 13enne non si sono mai accorti di nulla.