Troppi contrasti con la segreteria Udc Confetti lascia

GUIDIZZOLO Saverio Confetti, storico dirigente Udc, coordinatore Alto Mantovano ed attualmente nel comitato provinciale, esce di scena e non rinnoverà più la tessera di partito. «È una scelta sofferta ma maturata dopo una lunga riflessione. Da qualche anno soffro i comportamenti dei nostri rappresentanti nazionali, che a mio avviso si interessano molto di più di scelte per conservare le proprie poltrone e non scelte di interesse comune. Ma la cosa che ha inciso di più nella mia scelta è stato il rapporto con la segreteria provinciale: è da tempo che lamentavo poca trasparenza e scarsa collaborazione tra i ruoli dei rappresentanti delle diverse aree del territorio. Purtroppo anche qui il segretario provinciale, con comportamenti privi di ogni logica e scelte di tipo verticistiche ,segnala e favorisce nomine con criteri basati su amicizie personali ed interessi di qualcuno, senza mai confrontarsi col territorio o meglio ancora con il comitato provinciale. Comportamenti molto distanti dalla gestione del partito dell'ex segretario Fausto Dall'Olio, quando si discuteva con la massima trasparenza e nelle sedi opportune sia della linea del partito e sia della scelta delle persone che dovevano rappresentare il partito nei ruoli istituzionali. Fuori dall'Udc continuerò ad impegnarmi nell'area di centrodestra a fare la mia piccola parte con coerenza, per portare avanti proposte concrete ed influendo soprattutto sul territorio».