Castellana, giovedì di passione

CASTEL GOFFREDO Autentico giovedì di passione quello che si appresta a vivere la Castellana, oggi pomeriggio al Comunale di Castel Goffredo. Contro il Pontisola, ottavo in classifica con 48 punti e reduce dall'importante successo casalingo ai danni della Pro Sesto (1-0 con rete decisiva del bomber Salandra), la formazione allenata da Vincenzo Cogliandro si gioca una bella fetta di salvezza. All'andata, disputata lo scorso 7 dicembre, s'imposero di misura i bergamaschi su una Castellana in giornata no. A tre giornate dal termine del campionato, infatti, con la lotta per evitare l'insidia dei playout più aperta che mai, i biancazzurri sanno benissimo di non poter più sbagliare. Con la vittoria 3-1 del MapelloBonate sul campo della capolista Pro Piacenza, Arioli e compagni sono stati raggiunti a quota 35 e, in virtù degli scontri diretti con i bergamaschi dell'ex capitano Diego Pedrocca (3-1 per il Mapello all'andata e 2-1 per la Castellana al ritorno), toccherebbe proprio ai castellani disputare gli spareggi. E, se non bastasse, tra le due litiganti lombarde potrebbe inserirsi il Borgomanero, distante appena due lunghezze e pronto ad approfittare di eventuali passi falsi di entrambe. Dopo ben quattro ko consecutivi, l'ultimo dei quali domenica scorsa in casa del redivivo Darfo Boario, i ragazzi di Cogliandro hanno assolutamente bisogno dei tre punti. Il successo ottenuto un mese fa a Caravaggio (2-1, 16 marzo), è stata la classica rondine che non fa primavera e la serie negativa che ne è seguita è tutta lì a dimostrarlo. «In questi tre giorni - spiega Cogliandro, che anche oggi seguirà il match dalla tribuna - abbiamo allenato più la testa che le gambe. Dopo gli ultimi risultati negativi, i ragazzi hanno bisogno di ritrovare fiducia e autostima. In queste tre partite che restano da giocare, l'aspetto psicologico conterà forse di più di quello tecnico». Zero cali di tensione, la posta in palio è altissima: «Sappiamo che contro il Pontisola - conclude il tecnico legnanese - dobbiamo vincere, perché abbiamo l'obbligo di finire davanti al Mapello almeno di un punto. Dovremo dare il massimo ma essere anche equilibrati». Senza lo squalificato Cò ma con il rientro di Mariani al centro della retroguardia, mister Cogliandro pare orientato a schierare Bettenzana davanti alla difesa, con Mazzali avanzato sulla linea mediana e capitan Arioli nella posizione di trequartista. In attacco, spazio al tandem Prandelli-Gambirasio. Stefano Aloe ©RIPRODUZIONE RISERVATA