Un premio alla carriera a Enzo Dara

"Insegnare canto nel terzo millennio": ricco il cartellone di interventi proposto dall'Associazione insegnanti di canto, con laboratori pratici, concerti e conferenze di eminenti personalità quali foniatri, musicologi, cantanti e registi, nel Convegno "Insegnare Canto nel Terzo Millennio" conclusosi domenica al teatro Bibiena. Una due giorni di grande vivacità intellettuale in cui sezioni accademico-scientifiche si sono alternate a laboratori dove il pubblico ha potuto apprendere quanto sia versatile la nostra voce. Questa fortunata seconda edizione si è concentrata soprattutto sulla vocalità infantile - adolescenziale, sulle sue problematiche come sulle diverse metodologie d' insegnamento e sull'educazione all' ascolto della musica nei giovani. Personalità a livello internazionale quali Franco Fussi e Fabio Piazza, assieme ad Elisa Benassi hanno trattato la parte scientifica parlando dell' "uomo sonoro" e della psicofonia, delle applicazioni della musica in psichiatria ma soprattutto di vocalità infantile. Carlo Delfrati ha fatto spiegato lo straordinario progetto "Opera Domani" attivo in moltissime scuole italiane e mantovane che mira a far avvicinare i bambini all'opera lirica. Come si possa recitare una canzone in modi diversi lo ha dimostrato la straordinaria interpretazione di Matteo Belli, attore e regista con canzoni di Celentano, Battisti e Modugno. Le due giornate hanno ospitato anche momenti musicali quali il concerto di voci bianche dei due cori "I Piccoli Cantori" e "Giocando" che hanno allietato la serata di sabato. Commovente la consegna del premio alla carriera ad Enzo Dara. Domenica il tenore Leonardo Cortellazzi ha cantato l' aria "Una furtiva lacrima" dall'Elisir d'Amore e un' altra dalla Traviata, tenendo infine un laboratorio con Giorgio Apollonia. Spaizo anche a Silvia Mezzanotte, cantante dei Matia Bazar. Francesca Agostini ©RIPRODUZIONE RISERVATA